Italiano
Gamereactor
preview
Yakuza: Like a Dragon

Yakuza: Like a Dragon - Anteprima virtuale

Abbiamo potuto dare una prima occhiata al nuovo gioco di ruolo di Ryu ga Gotoku Studio.

Tra circa quattro settimane l'ultimo capitolo del franchise Yakuza - Yakuza: Like a Dragon - sarà finalmente disponibile e come tanti altri fan non vediamo l'ora di fare un'altra scampagnata nel mondo dei gangster più famosi del Giappone. Visto che ci sono alcuni cambiamenti evidenti, Sega ci ha invitato a prendere parte a un evento in anteprima virtuale, in cui abbiamo riprodotto il quinto capitolo dell'ultima parte della serie. I nuovi arrivati non dovranno preoccuparsi della linea temporale della serie, che va da 0 a 6 con alcuni spin-off, perché Like a Dragon offre un inizio completamente inedito, visto che il suo personaggio principale ele sue meccaniche sono state pesantemente riviste.

Invece di farci strada principalmente tra chi comanda per le strade di Tokyo nel corso della storia, ritroviamo un sistema RPG completamente adattato in Like a Dragon. Ma, prima di arrivare a questo, partiamo dal nostro nuovo protagonista: Ichiban Kasuga, un giovane membro del clan della mafia giapponese nel 2001, a cui è stato chiesto dal suo patriarca di andare in prigione per un omicidio che non ha commesso, proteggendo i veri colpevoli. Dal momento che Ichiban non vuole essere altro che un eroe, accetta questo patto senza pensarci due volte e, dopo 18 anni di prigione, viene finalmente liberato per poi scoprire che il suo presunto atto eroico non interessa a nessuno. All'esterno, invece di gratitudine, viene accolto da una pallottola, ritrovandosi solo a Yokohama. Anche se questo dà un suono molto cupo alla vicenda, è solo il modo tipico con cui si avvia un gioco Yakuza nel modo in cui i fan si sono già abituati.

Yakuza: Like a DragonYakuza: Like a DragonYakuza: Like a Dragon

Nonostante tutte le probabilità, Yakuza: Like a Dragon è molto più stravagante delle precedenti iterazioni. Ichiban è un tipo strano che sembra ispirare il mondo che lo circonda con la sua immaginazione espansiva. L'azione e l'intero tono del titolo sono più divertenti e anche un po' più volgari di quelli a cui siamo abituati nella serie, anche se le missioni secondarie della serie Yakuza hanno sempre caratterizzato personaggi e idee piuttosto strani. Quindi, non c'è da meravigliarsi che i game designer di Ryu ga Gotoku Studio abbiano davvero deciso di dotare il loro nuovo progetto di molte meccaniche da gioco di ruolo.

Nel solito modo, vaghiamo da soli per le strade varie e realistiche di Yokohama, ma questa volta abbiamo tre partner nel nostro gruppo di ricerca che sono diligentemente coinvolti nelle battaglie. Mentre gli avversari e i nostri personaggi si posizionano automaticamente sul campo di battaglia in tempo reale, determiniamo le nostre azioni una volta che uno dei turni dei nostri personaggi inizia. Oltre ai normali attacchi, le numerose abilità del gioco sono la ciliegina sulla torta. Questa volta non abbiamo solo punti ferita di cui occuparci, ma anche MP, che spendiamo per le nostre abilità offensive e difensive speciali. Possiamo persino attivare azioni speciali efficaci, lanciando un attacco ad area o curando/potenziando la nostra squadra. Naturalmente, possiamo anche usare oggetti come bevande energetiche per curare o evocare potenti "poundmates", cioè i nostri amici, che scatenano i loro succosi attacchi sulla folla ostile. Tieni d'occhio le posizioni dei tuoi avversari in modo che i tuoi attacchi si realizzino e gli attacchi ad area abbiano il massimo effetto. Di tanto in tanto sono necessari eventi rapidi e schiacciamento dei pulsanti per portare il danno al massimo.

Yakuza: Like a DragonYakuza: Like a DragonYakuza: Like a Dragon

Per diventare un "vero" gioco di ruolo, lo sviluppatore ha aggiunto altri sistemi oltre a quello. Ad esempio, i nostri guerrieri possono svolgere diversi lavori che portano con sé le proprie abilità distintive. Naturalmente, questi lavori non sono normali, come un mago o un ladro, ma più come una pop idol, un ufficiale di polizia d'élite o un delinquente della mafia. Andiamo anche in giro nei dungeon con i nostri protagonisti che lanciano costantemente gag da gioco di ruolo per prendere in giro quello che sta succedendo, quindi l'intera cosa ha tutte le fattezze di una parodia, anche se perfettamente giocabile.

A parte le battaglie tattiche, l'azione è simile a quella di altri giochi Yakuza. Siamo praticamente bombardati da missioni secondarie e minigiochi e oltre alle classiche macchine Sega che possiamo provare nelle sale giochi, questa volta ci sono alcune cose folli che accadono. Ad esempio, puoi passare il tempo a controllare una simulazione economica, che include le riunioni degli azionisti in cui lavoriamo per avviare una pasticceria. Inoltre, a Yokohama ci aspettano numerose gare di kart, nonché opzioni per visitare un cinema indipendente in cui il nostro compito è di non addormentarci mentre guardiamo strani film spazzatura.

Tutto sommato, molto è rimasto lo stesso. Anche se la meccanica di combattimento (un elemento centrale della serie Yakuza) è stata completamente stravolta, le persone che non conoscono molto i giochi di combattimento possono ora dare un'occhiata al mondo estremamente vasto e spesso folle di Yakuza da giocatore di ruolo. In senso tecnico, anche il titolo è in buona forma grazie a bellissime animazioni per l'avvio. Per Sega, anche il rischio di lasciare il sentiero battuto sembra valere la pena: con la release giapponese all'inizio di quest'anno, il titolo è balzato direttamente al numero uno nelle classifiche di vendita e ha persino vinto un Japan Game Award per eccellenza durante il Tokyo Game Show di recente. Dopo le nostre prime impressioni, questi successi sono pienamente meritati e attendiamo con impazienza l'uscita il 10 novembre.

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.