Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
recensioni
Unmechanical

Unmechanical Extended

Seppur con poca rigiocabilità, non potremo dare a meno di amare questo piccolo robot volante.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Non ricordo quanto tempo mi ci è voluto prima che questo robot riuscisse a conquistare il mio cuore. A prima vista, è solo un ammasso di ferraglia rotondo con un'elica sulla testa. Ma dopo pochi minuti in compagnia dell'eroe di Unmechanical Extended, riusciamo finalmente a vederlo. Delle lampadine si trasformano in occhi, la parte inferiore diventa una bocca e dei cordoni penzoloni formano delle piccole braccia magre. Tuttavia il fascino di questa creatura non deriva dalla sua incapacità di fare qualcosa. Dipende principalmente dalla strana e viva atmosfera che si respira nel gioco e dalle strane ombre morte che contribuiscono a dare la vita a questo piccolo robot.

Unmechanical Extended è un'avventura-puzzle con protagonista un delizioso robot, ambientata in un futuro distopico. Gli sviluppatori hanno pubblicato inizialmente il gioco nel lontano 2012, ma è ora disponibile anche in una versione extended per le console di attuale generazione. Il gioco originale è stato ampliato grazie ad un episodio speciale che aggiunge nuovi puzzle e ambientazioni. Come accennato in precedenza, interpretiamo questo robot volante e, dopo essere stato portato in una struttura sotterranea, il personaggio deve farsi strada nel sistema.

Sembra di gran lunga molto più semplice di quanto non sia in realtà, in quanto le opzioni a nostra disposizione sono piuttosto limitate. L'unico potere in possesso del robot è un raggio elettromagnetico con cui può sollevare oggetti leggeri e poi rilasciarli. Questo raggio, combinato alle nostre abilità di volo e al pensiero logico, sarà la nostra arma vincente per proseguire in questa piccola storia.

UnmechanicalUnmechanical

A seconda di quanto siete abili nel risolvere enigmi basati sulla fisica e prove di abilità, il tempo di gioco varia da due a quattro ore. L'episodio extended offre un po' più di varietà, e si rivolge principalmente ai giocatori più esperti. Anche se il livello di difficoltà del gioco principale è molto standard, la storia laterale risulta molto difficile e richiede una capacità intuitiva decisamente più avanzata. Se le cose vanno male, il piccolo robot, nella maggior parte dei casi, ha una soluzione. Almeno, tutte le volte che il gioco riconosce il punto in cui siamo bloccati. Una modalità di "guida" reale sarebbe stata certamente più utile in determinate circostanze, ma ognuno può decidere autonomamente se utilizzarle o meno.

Il gioco evita deliberatamente una storia troppo "invadente". Tutte le informazioni utili di cui abbiamo bisogno ci vengono fornite tramite animazioni in background o semplicemente le raccogliamo volando. L'approccio si adatta bene al design generale del gioco, un aspetto che non vuole in alcun modo essere una critica, almeno per ciò che mi riguarda. In Unmechanical Extended non ci sono dialoghi né caselle di testo. Per punteggiare il gioco, vi è una colonna sonora rilassante, arricchita da suoni meccanici e da protagonisti molto particolari. Se lasciamo schiantare il nostro "aspirante-elicottero" contro una roccia o qualcosa di simile, sentiremo dei gemiti soffocati e vedremo i suoi occhi sfarfallare, che un po' ci ha fatto sussultare. Staremo un po' più attenti dopo la prima volta.

Da un punto di vista grafico, Unmechanical Extended è abbastanza impressionante. Il nostro viaggio ci porta nelle profondità di un sistema labirintico buio, con strutture in acciaio fatiscenti e sistemi di tubazioni arrugginiti. Vista la vastità dell'ambiente, il robot appare ancora più sperduto. Ma chi pensa che sia lì solo e abbandonato, si sbaglia. L'atmosfera trae benefici dai suoni semplici e danno un effetto "sedativo", ma anche le situazioni frenetiche vengono catturate perfettamente.

La critica più grande che possiamo fare nei confronti del gioco è la mancanza di rigiocabilità e la durata dello stesso. Una volta completato, saremo poco incentivati a ricominciare l'avventura daccapo, a lanciarci nuovamente nei corridoi labirintici. Il nuovo episodio extended aggiunge, tuttavia, un valore in più, un aspetto che senza dubbio riduce il piccolo lato negativo di cui sopra. Chiunque ami quel tocco poco convenzionale nei videogiochi, non potrà fare a meno di amare il protagonista, che si intrufola silenziosamente nel cuore del giocatore.

07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Bell'atmosfera; Ambienti interessanti; Curva di apprendimento dei puzzle abbastanza intuitiva; Eroe un po' diverso dal solito.
-
Rigiocabilità e durata ridotti all'osso.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto