Italiano
recensioni
Trials of Mana

Trials of Mana

Talvolta è meglio investire in un remake.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

L'arrivo di Final Fantasy VII: Remake ha ancora una volta riportato in auge il dibattito sul tipo di approccio da adoperare e quali contenuti utilizzare o meno in questi classici rinnovati. I fan ortodossi saranno contrari ad ogni singolo cambiamento o nuovo argomento introdotto nella trama dei giochi che amano. Altri ritengono che i remake dovrebbero ridefinire il titolo, abbracciare il rischio e andare avanti, anche a costo di scatenare antipatia da parte del pubblico. Se da un lato questa reinterpretazione di Final Fantasy VII ha scelto il suo percorso, i creatori della versione aggiornata di Trials of Mana hanno deciso di copiare il suo precursore nel modo più perfetto possibile. E si scopre che questa volta, una pista rodata non è stata esattamente la scelta migliore.

Ma cos'è la serie Mana? Sotto questo nome (nella versione giapponese nota come Seiken Densetsu) si nasconde un marchio jRPG noto come un classico di culto, le cui migliori iterazioni sono Secret of Mana e Trials of Mana che risalgono ai tempi di SNES. La versione più recente è un remake del secondo.

Gli autori del progetto hanno cercato di riflettere i contenuti dell'originale, spesso con risultati sbalorditivi. Il confronto tra singole mappe, eroi o boss battle con le loro versioni precedenti è puro piacere. Ma a parte i buoni contenuti, sfortunatamente, il remake ha anche ereditato tutti i suoi problemi, che l'originale ne aveva molti. Non trasferisce solo in una nuova ambientazione gli elementi per cui abbiamo adorato dell'originale, ma recupera anche quelli che non si adattano perfettamente agli standard dei nostri giorni. A peggiorare le cose, a parte le scene chiave, è perfettamente percepibile il budget ridotto disponibile per questa produzione. Alcune scene, che ricordiamo dalla versione classica come affascinanti e divertenti, dopo questa riverniciata sembrano stupide e infantili.

Trials of Mana

Trials of Mana differisce da altri giochi del suo genere: infatti, che all'inizio componiamo subito tutto il nostro team. Abbiamo tre dei sei eroi tra cui scegliere, dove il primo personaggio scelto è il nostro protagonista principale, e gli altri due sono i suoi compagni. Questo è considerato come il segno di un'avventura meravigliosa a venire - una storia che scriviamo da soli. A seconda dei personaggi presenti nel team, i loro dialoghi, relazioni e scene sono destinati a essere diversi.

Tuttavia, a parte letteralmente due, forse tre personaggi, le presentazioni degli altri sono poco interessanti e più spesso ci lasciano con grande amarezza anziché un sorriso di soddisfazione. Per testare la diversità tra le varie opzioni del team, abbiamo completato i prologhi per ciascuno di essi. Tuttavia, abbiamo rinunciato mentalmente alla storia di Riesz, il cui unico scopo era quello di trovare suo fratello. Nonostante l'obiettivo, il prologo ci ha reso incapaci di percepirla diversa da una dolce, piccola bionda che non può fare nulla di utile se non quello di guardare il mondo con i suoi grandi occhi blu. Al giorno d'oggi, questo livello di scrittura del personaggio è offensivo.

Va notato che la maggior parte dei problemi con la trama non sono il risultato della loro costruzione, ma della loro stessa implementazione e il trasferimento di singole sequenze su un motore completamente nuovo. Modelli di personaggi più naturali e dall'aspetto umano non si armonizzano con finestre di dialogo rigide, né con cornici di taglio per rendere le scene identiche all'originale. Anche se i tropi jRPG spesso consentono al giocatore di chiudere un occhio su alcuni aspetti, la quantità di meravigliose coincidenze - e palesemente ripetitive - in Trials of Mana è davvero eccessiva.

Ciò che una volta ci lasciava una sensazione indimenticabile, oggi è una soluzione ordinaria, inverosimile o semplicemente banale. È solo un peccato che i creatori non abbiano nemmeno tentato di introdurre almeno alcune novità nel gioco. È evidente che avevano paura di trasferire l'avventura in tempi moderni in un modo diverso rispetto al semplice miglioramento delle impostazioni grafiche. E anche quello non è sempre senza errore.

Trials of ManaTrials of Mana

Sì, sei personaggi chiave sono semplicemente meravigliosi e i doppiatori hanno fatto un ottimo lavoro nel rispecchiare al meglio le diverse personalità di ogni personaggio. Le ambientazioni che esploriamo possono anche deliziarci per un momento, ma presto scopriamo che il mondo di Trials of Mana è dolorosamente vuoto. Non c'è nemmeno traccia di diversità architettonica di cui l'originale aveva bisogno già all'epoca. Indipendentemente dalle terre che visitiamo, sia la cavalleresca Valsena, il magico regno di Altena o la città portuale di Beiser, quasi tutte le abitazioni delle persone - e le persone stesse - sembrano uguali. Gli stessi modelli NPC incollati ovunque sono impossibili da ignorare e spesso capita di notare più di due di stessi personaggi in piedi uno accanto all'altro.

Ad un certo punto possiamo persino imbatterci in una nave fantasma o in un villaggio nel deserto, i cui abitanti (e quindi - i mercanti) si rivelano essere i mostri che abbiamo combattuto appena pochi minuti prima. I creatori non hanno nemmeno provato a cambiare minimamente questi personaggi, motivo per cui visitando un altro insediamento si può provare più disgusto che eccitazione.

Ma non è tutto. È passato molto tempo da quando abbiamo visto una così piccola varietà di nemici che la nostra squadra deve affrontare - soprattutto in un genere che il gioco originale ha contribuito a stabilire. A differenza del remake di FF7, Trials of Mana non ha nemmeno tentato di aumentare la diversità dei nemici. Incontrare gli stessi mostri su cime vulcaniche e praterie lussureggianti, anche se la loro combinazione di colori è diversa, lascia sensazioni piuttosto amare sul fatto che i creatori non hanno nemmeno provato a mettere in gioco qualche sforzo in più rispetto al minimo sindacale.

Nonostante tutto, c'è qualche ... magia primordiale in Trials of Mana, un fascino che non si può negare. Durante il viaggio, ci siamo divertiti abbastanza con il gioco, molto probabilmente a causa del sistema di combattimento accessibile praticamente a chiunque, e grazie ad una colonna sonora meravigliosa che, a proposito, può essere cambiata tra la composizione originale e il nuovo arrangiamento in qualsiasi momento, proprio come nel remaster di Final Fantasy X. In alcuni punti non sapevamo decidere quale versione della colonna sonora preferivamo di più, dato che entrambi sono entrambe incantevoli.

Trials of ManaTrials of Mana

Vale la pena notare che c'è un qualche interessante miglioramento per il personaggio - in cui l'aumento dei singoli attributi definisce non solo le statistiche, ma soprattutto, le abilità uniche che ne derivano e persino l'accesso a diversi incantesimi magici. Anche se buono, può sembrare un po' obsoleto, costringendo il giocatore a dedicare più impegno alla pianificazione della distribuzione dei punti che diventano obsoleti nei giochi più recenti del genere. Ad esempio, affinché la maga Angela sia in grado di usare la magia del fuoco, dobbiamo investire la maggior parte dei punti abilità guadagnati duramente nella sua forza, perché è la statistica che il gioco ha deciso di associare al fuoco. Anche se ci piace pianificare le nostre build tanto quanto chiunque, personalmente non ci è piaciuta molto questa soluzione.

D'altra parte, una delle idee migliori era il sistema di promozione degli eroi a nuove classi più forti, la cui scelta poteva influenzare drasticamente lo stile di gioco. Dopo aver raggiunto il diciottesimo e poi il trentesimo livello, ogni personaggio può essere promosso in uno dei due percorsi del proprio albero di classe. Per rendere le cose più complesse, a ciascuna di esse viene assegnato un valore: luce o oscurità. Duran - che è diventato rapidamente il nostro preferito - è stato in grado di diventare un cavaliere splendente o un gladiatore aggressivo. Tuttavia, si può scegliere solo una direzione; inoltre, nel decidere la nuova classe, dobbiamo ricordarci del ruolo che ogni personaggio ricopre nel party. Fortunatamente, nulla ci impedisce di sperimentare e seguire il sentiero della luce, mentre al prossimo incrocio schierarsi con l'oscurità. I risultati possono essere spesso sorprendenti.

Trials of Mana Remake è un gioco che si rivolge principalmente ai fan veterani dei classici del genere - o a quelli a cui mancano quelli del passato. La fedele trasposizione del gioco in una versione moderna ha i suoi punti di forza: evoca la nostalgia a cui nient'altro si potrebbe mai paragonare - e qui, il remake svolge il suo ruolo nel modo più completo. Tuttavia, viaggiando nel mondo di Mana in questa sua forma rinnovata, iniziamo a notare più difetti che beneficiano di tale approccio. Scontrandosi con il pubblico moderno, supportato da un budget non così elevato, è davvero difficile vedere il gioco sotto una luce positiva, anche se il suo combattimento accessibile è una grazia salvifica.

È un gioco piacevole, ma nulla di più. Mentre ti immergi nel meraviglioso mondo di Mana, è impossibile non farsi travolgere dal potere della nostalgia. Tuttavia, un marchio così importante meritava molto più impegno, e per noi è meglio quando si lavora ad un remake, in quanto i creatori osano includere novità e fanno in modo di adattarlo per un pubblico moderno. Grazie a questo, possiamo scoprire di nuovo il titolo, anche se rischiamo che alcune parti potrebbero non essere apprezzate più di tanto. Purtroppo, Trials of Mana non ha nulla da offrire in più.

Trials of Mana
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Rivisitazione delle scene chiave dall'originale;personaggi di bell'aspetto; formi una squadra dall'inizio; sistema di combattimento accessibile e sviluppo del personaggio interessante; splendida impostazione audio e scelta tra doppiaggio inglese e giappon
-
Caricamento delle mappe lunghissimo; alcune storie infantili, quasi sciocche; mancanza di varietà nel mondo; nemici e NPC ripetitivi.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Trials of Mana arriva ad aprile

Trials of Mana arriva ad aprile

NEWS. Scritto da Fabrizia Malgieri

Nel corso dell'ultimo Nintendo Direct andato in onda questa notte, è stato annunciato che il remake di Trials of Mana arriverà su Nintendo Switch il 24 aprile. Questa...



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.