Italiano
Gamereactor
preview
Rainbow Six: Extraction

Rainbow Six: Extraction - Prime impressioni

Il team Rainbow ha un nuovo compito davanti a sé, un incubo biologico alieno.

HQ
HQ

L'universo dei videogiochi di Rainbow Six è cresciuto a tal punto da diventare un franchise importante che ha attraversato decenni. Sono stato iniziato per la prima volta alla serie con Rainbow Six Vegas e da allora ne sono rimasto affascinato. Uno dei miei preferiti resta senza dubbio Rainbow Six: Siege, uno sparatutto tattico che pone l'accento sia sulla strategia che sulla meccanica, ed è un gioco che è cresciuto fino a diventare molto più grande di quanto mi sarei mai aspettato grazie al continuo supporto di Ubisoft. Siege è pieno di lore, crossover e molto altro ancora grazie al fatto che è legato all'universo Rainbow, ma nel complesso, il suo roster diversificato di operatori si è ampliato solo su Siege. Anche se questo presto cambierà...

Ubisoft ha lavorato a un nuovo gioco Rainbow Six, che presenta molti dei personaggi e dei nomi che abbiamo imparato a conoscere e ad amare da Siege. Il gioco era precedentemente noto come Rainbow Six: Quarantine, ma dopo una pandemia globale, lo sviluppatore/editore ha preso la saggia decisione di cambiargli nome all'ultimo minuto, e così è nato Rainbow Six: Extraction.

A differenza di Siege, Extraction non è un gioco PvP, è un'esperienza cooperativa ambientata nel mondo di Rainbow dopo che una forma di vita apparentemente aliena ha invaso la Terra e ha iniziato a consumare e contaminare persone e luoghi. Il gioco stesso pone molta enfasi sullo stealth e, ad essere sinceri, assomiglia molto a una versione user-friendly del terrificante titolo cooperativo di 10 Chambers GTFO.

HQ
Rainbow Six: ExtractionRainbow Six: ExtractionRainbow Six: Extraction

Dalla mia esperienza di gioco per oltre due ore, posso dire che è molto simile a Rainbow Six Siege grazie all'utilizzo dello stesso motore, meccanica di gioco e personaggi, solo per citarne alcuni. Ma allo stesso tempo, è molto diverso perché non è uno sparatutto competitivo, è un'esperienza cooperativa in cui la furtività è molto più importante dell'abilità meccanica. Sembra strano dire una cosa del genere, considerando che in una certa misura sembra un'espansione divertente e fuori tema di Siege anziché un gioco completamente nuovo. Questo significa che non è divertente o coinvolgente? Assolutamente no. Tuttavia, la base giocatori di Siege è diventata piuttosto ampia grazie al fantastico sparatutto multiplayer online hardcore, che è anche nettamente diverso.

Oltre a dare un'occhiata al gioco, ho anche avuto la possibilità di parlare con il direttore creativo di Extraction, Patrik Méthé, e durante l'intervista, ho chiesto a Méthé come sperano di attirare sia i giocatori di Siege di ritorno che i nuovi fan in questa esperienza PvE. Ha detto: "Sin dall'inizio, volevamo fare in modo che i giocatori di Siege trovassero il livello di sfida che stanno cercando nel nostro gioco. Allo stesso tempo, volevamo anche fare in modo che i nuovi arrivati avessero un'introduzione fluida in questo tipo di gioco, uno sparatutto più tattico. A tal fine, abbiamo diversi sistemi in atto, ad esempio, tutti i tutorial sono opzionali."

In sostanza, Extraction ti chiede di andare in un'area isolata e in quarantena in cui completare una serie di obiettivi, senza morire o commettere errori lungo la strada. Gli obiettivi spaziano in una varietà di modalità, tra cui Rescue (dove devi salvare un operatore che è stato intrappolato dallo strano virus alieno) o Triangolazione (dove devi individuare e attivare più console di computer contemporaneamente). Ci sono un sacco di modalità uniche che dovrai completare e una singola run richiede il completamento di tre di queste modalità per ottenere il massimo dei voti, per così dire.

Rainbow Six: ExtractionRainbow Six: ExtractionRainbow Six: Extraction

La forza trainante nel completare queste missioni è guadagnare esperienza. A seconda di quanti obiettivi raggiungi con successo, sarai ricompensato con varie somme di XP. Il problema è che queste sfide non ricompenseranno assolutamente nulla se dovessi fallire, e se muori, l'operatore che hai preso per quella run sarà temporaneamente non disponibile mentre guariranno di nuovo, usando una meccanica di tipo cooldown.

Finché ti prendi un momento per fare i conti con il tuo ambiente e non ti immergi nel vivo dell'azione, probabilmente non morirai così spesso, almeno alle difficoltà più basse. Devo comunque capire come le difficoltà più difficili cambino questa situazione, ma Méthé mi ha detto: "abbiamo diversi livelli di difficoltà nel gioco e man mano che avanzi nel gioco, la sfida aumenterà drasticamente. Siamo molto fiduciosi che anche il giocatore di Siege più accanito troverà la sfida al livello che si aspetta."

I nemici di Extraction si presentano in varie forme. Questi tipi sono conosciuti come Archaens e sono fondamentalmente incubi biologici. Méthé mi ha spiegato l'ispirazione per i nemici di Extraction, dicendo: "stavamo guardando un vero organismo che esiste nel mondo. Ho dimenticato il suo nome scientifico, ma è The Blob. Non è né un animale, né una pianta, né un fungo. Sembra muschio e si diffonde e mangia tutto ciò che incontra sul suo cammino".

Tutti i nemici in Extraction si generano da nidi rossi rigonfi sparsi per la mappa e puoi eliminarli mentre procedi per ridurre la quantità di nemici che cercheranno di affliggerti quando inizi un obiettivo. Il problema principale che ho notato con i nemici è che le meccaniche stealth sono incredibilmente stravolte, e finché metti un silenziatore sulle tue armi, i nidi e i cattivi raramente avranno la possibilità di ravvivarsi e attaccare prima che tu li trasformi in un mucchio di poltiglia appiccicosa.

HQ
Rainbow Six: ExtractionRainbow Six: Extraction

Per quanto riguarda gli operatori, la build demo che ho avuto modo di testare presentava circa nove operatori, tra cui Doc, Sledge, Finka e Alibi. Ho scoperto che alcuni operatori appaiono un po' fuori posto in PvE, e quando ho chiesto a Méthé se fosse difficile adattare alcuni operatori a questa nuova esperienza, mi ha detto: "Avevamo un enorme pool di talenti che capissero quali sarebbero stati i più adatti all'interno di un'esperienza PvE. Certamente, alcuni erano scelte molto facili, ma abbiamo anche valutato alcuni degli operatori amati dalla community. Quindi, anche se forse erano meno ovvio in un'ambientazione PvE, volevamo davvero aggiungerli. Alcuni operatori che diciamo hanno ricevuto un po' meno amore sul lato PvP, questa volta li abbiamo voluto portare in un ambiente PvE e farli brillare. "

Ha anche spiegato che gli operatori con cui ho avuto modo di giocare erano solo una frazione di ciò che sarà disponibile nel gioco completo. "Più giochi, più sblocchi diverse regioni e avrai accesso a diversi operatori", ha affermato Méthé. "Durante la nostra fase live, abbiamo già nuovi operatori che verranno sbloccati mentre giochi. Vedremo fino a che punto ne sapremo, ma avrai un sacco di operatori con cui giocare".

Da quello che ho visto, Rainbow Six: Extraction sembra un'esperienza divertente in tutto e per tutto, ma ciò non significa che non mi preoccupi in alcuni punti. Avere questo ibrido di meccaniche dallo sparatutto competitivo di Siege, ma anche un nuovo gameplay cooperativo incentrato sulla furtività mi fa dubitare di dove si troverà il pubblico di questo gioco. Non sono sicuro che abbia il fascino di attirare persone da Siege, ma questo non vuol dire che personalmente non mi sia divertito. Sono entusiasta di vedere cosa riserva il futuro di Extraction e come si evolverà, soprattutto perché Méthé mi ha anche spiegato: "Abbiamo molte idee e iniziative in corso e sono sicuro che potremmo parlare di più al riguardo in un futuro molto prossimo".

HQ
Rainbow Six: ExtractionRainbow Six: ExtractionRainbow Six: Extraction

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.