Italiano
Gamereactor
recensioni
Mario Tennis Ultra Smash

Mario Tennis Ultra Smash

Un buon passatempo per tutti i Roger Federer e Novak Djokovic da divano.

La stagione natalizia è oramai alle porte e, come ogni anno, Nintendo si prepara a pubblicare la sua immancabile line-up family-oriented, mettendo sul piatto alcuni titoli piuttosto interessanti. Reduce da un successo planetario come Super Mario Maker - che si è rivelato un prodotto davvero vincente con schiere di seguaci e creativi pronti a mettere alla prova il proprio talento di level designer - con l'imminente apprestarsi del Natale, la società di Kyoto preferisce proporre qualcosa di più "classico", ripescando per l'occasione una serie immancabile sulle sue console, Mario Tennis.

Dal suo debutto ufficiale su Nintendo 64 (e pochi mesi dopo anche su Game Boy Color - passando anche per qualche incursione precedente su Virtual Boy), la serie Mario Tennis ne ha fatta di strada, introducendo capitolo dopo capitolo, alcune novità. Da questo, ovviamente, non può esimersi l'ultimo gioco della serie, in uscita il prossimo 20 novembre, che accanto ad alcuni elementi oramai consolidati del franchise, prevede anche l'aggiunta di una nuova feature capace di stravolgere le sorti di un match (l'introduzione del Mega Fungo) e di un elemento oramai immancabile per i giochi Nintendo: il supporto Amiibo. Ma Mario Tennis Ultra Smash è davvero quel titolo imperdibile per il vostro Natale? Proviamo a scoprirlo.

Mario Tennis Ultra Smash

Partiamo dalle basi, dalle modalità a nostra disposizione in Mario Tennis Ultra Smash. Accanto alla modalità online, di cui parleremo in dettaglio tra poco, i giocatori potranno infatti destreggiarsi in quattro diverse modalità offline: "Megasfide", "Megapalleggi", "Scalata dei Campioni" e "Tennis Classico". "Scalata dei Campioni" è quella che potrebbe definirsi la modalità storia/singleplayer del gioco in cui, selezionando un personaggio tra i 16 disponibili (quattro di questi, tuttavia, non saranno sbloccabili sin da subito), ci troveremo a sfidare tutti i personaggi del Regno dei Funghi, con una difficoltà via via crescente. Ciascun personaggio selezionabile del roster è caratterizzato da alcune skill specifiche, che modificano il nostro comportamento sul campo e ci permettono di lavorare anche sul piano "tattico": Mario, ad esempio, è un personaggio versatile, mentre Rosalinda è un personaggio maggiormente incentrato sulla potenza; oppure, il punto di forza di Yoshi è la velocità, mentre quello di Peach è la tecnica, e così via. Sulla base dello stile di gioco che preferite, avete dunque a disposizione un certo numero di personaggi tra cui scegliere e potete così iniziare la vostra scalata al successo.

Rispetto ai precedenti capitoli della serie, la "modalità campagna" non presenta un background narrativo vero e proprio, ma ci troveremo ad affrontare i nostri avversari con l'unico e solo scopo di mettere alla prova le nostre competenze tennistiche virtuali, racimolando monete match dopo match. A proposito delle monete, queste hanno diverse funzioni all'interno del gioco: proprio come nei "coin-up", in questa modalità spendere le monete ci permette di ricominciare la nostra scalata al successo con un dato personaggio senza perdere le precedenti vittorie acquisite; inoltre, per i giocatori "pigroni", queste possono essere utilizzate per sbloccare i diversi obiettivi (altrimenti sbloccabili semplicemente giocando), che permettono non solo di sbloccare nuovi campi in cui giocare e obiettivi, ma anche i quattro personaggi nascosti del gioco (Bowser Jr., Skelobowser, Toadette e Princifata).

Per quanto riguarda il gameplay vero e proprio, già da questa modalità il giocatore ha la possibilità di confrontarsi con i diversi controlli, tutti piuttosto intuitivi, e con la prima novità dell'edizione di quest'anno: il Mega Fungo. Ma partiamo dalle basi: per effettuare i nostri lanci, possiamo usare tutti e quattro i pulsanti del GamePad, ciascuno con un diverso effetto, ma anche in combo tra loro. Il tasto "A", ad esempio, ci permette di effettuare un Top Spin, ossia un colpo piuttosto alto e veloce, che viene contraddistinto dal colore rosso; il tasto "B", invece, ci permette di effettuare uno Slice (un colpo più basso), di colore blu; con il tasto "Y", invece, possiamo effettuare un colpo piatto, un tiro ad effetto particolarmente rapido, dal colore viola. Accanto a questi, ci sono anche alcune combo come A->B, che ci permette di effettuare un pallonetto (colore giallo), o anche B->A che permette di effettuare una smorzata (colore grigio).

Mario Tennis Ultra Smash

Abbiamo parlato dei colori in quanto questi si rivelano importanti quando vi trovate ad effettuare i cosiddetti "colpi di fortuna". Quando sarete nel pieno dell'azione, infatti, appariranno sul campo dei simboli di vari colori (rosso, bianco, blu, giallo, viola). Se riuscite a posizionarvi su questi e mettete a segno il colpo del colore corrispondente, eseguirete un "colpo di fortuna" che produrrà diversi effetti. Infine, c'è l'Ultra Smash, il colpo ad effetto che dà il nome al gioco: se il vostro avversario risponde con difficoltà ad un vostro lancio o la palla è lenta e alta, sul campo apparirà un'area lampeggiante. Se premete due volte "Y" posizionati in quel punto, potrete mettere a segno un colpo potentissimo, l'Ultra Smash appunto, che darà del filo da torcere all'avversario. Accanto agli attacchi, vi è ovviamente la grande novità, il Mega Fungo: questo verrà lanciato a voi e al vostro avversario quando sarete nel pieno di uno scambio e, usandolo, permette di ingigantire il vostro personaggio e mettere a segno colpi più potenti. L'effetto del Mega Fungo è ovviamente temporaneo, ma è capace di cambiare le sorti di un match in un attimo.

Come ogni party-game che si rispetti, cuore pulsante di Mario Tennis Ultra Smash è sicuramente la modalità "Megasfide", in cui possiamo giocare in compagnia di altri giocatori in locale (fino a quattro giocatori). Tale modalità, disputabile sia in singolo sia in doppio, sfrutta le stesse regole della modalità "Scalata dei Campioni", ma con la differenza che potremo condividere la nostra avventura in compagnia di uno o più amici, ed è sicuramente qui che i giocatori trascorreranno la maggior parte del tempo. Con sfide all'ultimo sangue, magari tra una fetta di panettone e l'altra, è molto probabile che "Megasfide" animerà le prossime vacanze natalizie, con sfide davvero imperdibili.

Infine, abbiamo altre due modalità locali, ossia "Tennis Classico" e "Megapalleggi": nel primo caso, ci troviamo di fronte alla medesima modalità di "Megasfide" meno la possibilità di usare i Mega Funghi; "Megapalleggi", invece, è un mini-gioco, un passatempo tra un match e l'altro, in cui lo scopo è essenzialmente effettuare degli scambi con una megapalla che, all'aumentare dei nostri palleggi, si farà via via più piccola. Un buon modo per allenarsi e imparare ad effettuare scambi ambiziosi come Roger Federer e Novak Djokovic...o quasi!

Mario Tennis Ultra Smash

Accanto alla modalità offline, si affianca una modalità online con cui potremo sfidare, in singolo o in doppio (qui in coppia con il proprio Amiibo), giocatori di tutto il mondo. Qui i giocatori possono stabilire i diversi parametri di ciascun incontro (se giocare in modalità amichevole o competitiva, quale modalità di gioco, la durata dell'incontro, ecc.) e lanciarsi in interessanti match con altri avversari. A proposito degli Amiibo, questi potranno essere sfruttati sia per sbloccare nuovi personaggi, ma anche per creare un personaggio super potente che potrete allenare (o usare per allenarvi) e che potete usare sia in doppio in locale sia in doppio online.

Insomma, fin qui sembra che vada tutto bene. Peccato solo che l'offerta di Mario Tennis Ultra Smash si esaurisca qui. Se il nuovo titolo tennistico di Nintendo non ha mancato di regalarci qualche serata divertente in compagnia dei nostri amici e della nostra famiglia, va anche detto che - rispetto ai suoi predecessori - Mario Tennis Ultra Smash risulta particolarmente depauperato di contenuti. Laddove Mario Tennis Open per Nintendo 3DS o Mario Power Tennis per Gamcube/Wii erano pieni zeppi di personaggi, modalità e mini-giochi collaterali da affiancare alle nostre partite standard (oltre ad una vera e propria trama di fondo), il nuovo titolo ambientato nel Regno dei Funghi spicca per la sua modesta quantità di contenuti, un aspetto che alla lunga ha influito sulla nostra esperienza.

Sebbene, va detto, l'IA che ci troviamo a fronteggiare - soprattutto nella modalità "Megasfide" e "Scalata dei Campioni" - risulti mano a mano più ostica (grazie alla possibilità di sbloccare nuovi livelli di difficoltà) e contribuisca ad aumentare leggermente la longevità dell'esperienza, di base il problema di Mario Tennis Ultra Smash risiede proprio nel suo essere eccessivamente scarno. Accanto a questo, anche la scarsità di ambientazioni e di campi da gioco influisce sulla mancanza di varietà, che potrebbe alla lunga annoiare il giocatore. Infine, un altro aspetto che non abbiamo apprezzato è la mancanza di grandi novità rispetto alla consueta formula: aggiungere il Mega Fungo o la funzionalità Amiibo non ci appaiono delle innovazioni così decisive sull'esperienza in sé, sebbene - va detto - si rivelano comunque divertenti.

Mario Tennis Ultra Smash

Al netto delle critiche e dei difetti, Mario Tennis Ultra Smash è un gioco che ha uno scopo molto preciso: è un party-game family-oriented votato a divertenti serate da trascorrere in compagnia della famiglia o con gli amici. Da questo punto di vista, il nuovo titolo sviluppato da Camelot Software per Nintendo riesce nel suo intento e ammettiamo che ci ha regalato qualche abbondante ora di allegria. L'unica grande pecca sta proprio nei suoi scarsi contenuti, che rendono il gioco un prodotto principalmente "mordi-e-fuggi", da tirare fuori per spezzare la monotonia del post-pranzo natalizio o per una serata diversa tra amici. L'idea di Nintendo di pubblicare il gioco a ridosso del Natale ci appare comunque molto saggia e, se siete alla ricerca di un party-game da condividere con tutta la famiglia per ammazzare la noia, Mario Tennis Ultra Smash rappresenta un acquisto caldamente consigliato, senza eccessive pretese, da tirare fuori all'occorrenza per scoprire chi sarà il prossimo Federer da divano!

07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Semplice e intuitivo; Divertente per le serate in famiglia o con amici; IA un po' più brillante rispetto ai suoi predecessori; Interessante il supporto Amiibo.
-
Pochi mini-giochi; Nessuna particolare novità rispetto al passato; Meno personaggi e ambientazioni.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.