Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
news
Life is Strange 2

Life is Strange 2 affronta il problema dei giovani senzatetto in collaborazione con Centrepoint

Una bella iniziativa per smuovere le coscienze su un problema sempre più diffuso.

Square Enix External Studios ha annunciato una partnership con l'ente benefico Centrepoint del Regno Unito per sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema dei senzatetto giovani del Regno Unito, in quanto questo tema e problemi simili vengono toccati anche in Life is Strange 2.

Centrepoint è un'organizzazione benefica volta a dare ai giovani senzatetto un futuro luminoso, e questa è una parte particolarmente importante dell'anno per loro. Dal 2010, il fenomeno in generale è aumentato del 165% e Centrepoint si rivolge a persone di età compresa tra 16 e 25 anni.

"Life is Strange in quanto serie ha permesso ai giocatori di avere uno scorcio di frammenti di vita che potrebbero non aver mai nemmeno preso in considerazione, e offerto consapevolezza su un gran numero di problemi affrontati dai giovani nella nostra società, creando un dibattito davvero stimolante tra i giocatori", ha dichiarato Jon Brooke, co-direttore dello studio di Square Enix External Studios.

"In Life is Strange 2, i fratelli Diaz vengono lasciati soli ad affrontare i problemi che molti giovani senzatetto affrontano quotidianamente. Sappiamo che i fan di Life is Strange sono appassionati dei temi in cui si imbattono nel gioco, e così collaborando con grandi organizzazioni come Centrepoint, speriamo di offrire loro un modo per farsi coinvolgere nell'aiutare a condividere il messaggio che ci sono luoghi a cui i giovani possono rivolgersi in momenti di difficoltà".

"Quando Square Enix ci ha contattato e ci ha fatto conoscere Life is Strange 2, siamo rimasti incredibilmente colpiti di come i giovani senzatetto sono rappresentati nel gioco", ha aggiunto Paul Brocklehurst, Head of Helpline di Centrepoint. "Sean e Daniel si ritrovano senza casa all'inizio del gioco. E sebbene in tutta la storia trovino dei posti dove stare, ciò non significa necessariamente che abbiano una casa."

"Essere senzatetto significa non avere un posto sicuro per chiamare casa. Sappiamo che migliaia di giovani dormono per strada ogni notte, ma ce ne sono altre migliaia che dormono su divani, pavimenti, autobus notturni o con estranei - questi sono i "senzatetto nascosti". Il fenomeno è molto più diffuso di quanto la gente pensi - in effetti il ​​73% dei giovani che abbiamo recentemente intervistato ha dichiarato di aver praticato icouch-surfing in quanto non avevano nessun altro posto dove stare e il 27% ha trascorso una notte in tenda".

Square Enix continuerà a promuovere Centrepoint tramite i canali ufficiali di Life is Strange il prossimo mese e verrà anche pianificato un livestream per una campagna di sensibilizzazione sul tema.

Apprezzi il fatto che Dontnod tratti problemi reali nei suoi giochi?

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Life is Strange 2

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto