Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
LawBreakers

LawBreakers

Boss Key mira a fare concorrenza ad un genere ormai in costante ascesa con il suo titolo di debutto.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Il genere arena shooter sembra oramai inscalfibile. Nel corso degli anni molti studi, piccoli e grandi, hanno cavalcato l'onda di questo affascinante genere, sviluppando titoli tra i più disparati appartenenti a questa tipologia di giochi, alimentando e accrescendo in modo esponenziale il fenomeno. Nonostante un settore oramai piuttosto affollato di titoli come questi, Boss Key Productions - il nuovo studio indie di Cliff Bleszinsk, ex di Epic nonché creatore della serie Gears of War - ha deciso comunque di provarci a modo suo, aggiungendo il proprio tocco unico al genere. Sulla base di ciò che abbiamo visto finora del gioco di debutto dello studio, Lawbreakers, nutriamo la speranza che questo sparatutto sci-fi sta prospererà e sopravvivrà a questo territorio così competitivo.

Diciamo "quello che abbiamo visto finora" perché in questa fase è difficile fare dichiarazioni con certezza. I giochi nello spazio sparatutto online possono cambiare, come dimostrato positivamente da Rainbow Six: Siege, mentre altri possono completamente fallire, come accaduto nel caso di Battleborn; il successo sta tutto nelle mani delle community che vengono a costruirsi intorno a questi giochi. Ciò che possiamo dire al momento è che Boss Key ha posto delle solide basi su cui Lawbreakers può continuare a svilupparsi, perché lo studio ha creato un buon gioco, anche se l'offerta è al momento un po' scarna.

L'elefante nella stanza è, naturalmente, la lenta partenza ottenuta dal gioco dopo la sua release. Il numero dei giocatori è ancora piuttosto basso, e questo comporta un lento matchmaking e, anche se si ottiene una partita quasi subito, spesso ci si troverà a riscaldarsi e ad allenarsi, mentre si è costretti ad aspettare altri giocatori per raggiungere il numero richiesto. Questo è un vero peccato perché, a parte la relativa mancanza di contenuti (di cui parleremo a breve), questa è l'unica critica significativa che abbiamo nei confronti del gioco. Boss Key ha fatto un ottimo lavoro, ma sembra che non tutti vogliano goderne.

LawBreakers

In un certo senso, ci ricorda quanto avvenuto al lancio di Titanfall, e la cosa un po' stupisce, considerata la qualità produttiva globale. Come il primo titolo di Respawn prima di lui, questo è chiaramente il lavoro di uno studio capace di mostrare un proprio carattere distintivo e che si presenta con un'offerta di lancio di nove classi giocabili e solo sette mappe. Non esiste una modalità a ondate, nessuna campagna, un matchmaking basato su obiettivi in cinque diverse modalità di gioco. Per coloro che cercano qualcosa di più "completo", questo potrebbe rappresentare un problema.

L'elemento distintivo del gioco è che il combattimento prende vita in aree di ciascuna mappa in cui le leggi della gravità vengono modificate, dando vita a battaglie sospese per l'aria e salti a lunga distanza. La spinta gravitazionale nella maggior parte delle aree è la norma, ma da qualche parte al centro di ogni mappa c'è una zona in cui il cambiamento di slancio impone una riflessione tattica. È una meccanica intelligente, basata su quello che abbiamo visto in un paio di altri shooter in passato (è evidente un'influenza con Halo: Reach), offrendo un nuovo volto all'azione e permettendo a Lawbreakers di distinguersi rispetto alla concorrenza.

Altrettanto importante, quando si tratta di definire la personalità del gioco, sono le sue varie classi. Ce ne sono nove tra cui scegliere, e vanno dagli esperti di attacchi da vicino ai cacciatori fino ai tank. Noi ci siamo orientati maggiormente sulle classi più difficili per imparare bene le basi, ma ci sono opzioni ancora più ghiotte per coloro più qualificati di noi e siamo convinti che ogni tipologia di giocatore troverà la classe a lui/lei più congeniale.

Come con gli shooter basato su eroi come Overwatch e Quake Champions (per citarne due), ogni classe viene dotata di un'arma specifica e ognuna di queste appare unica e ponderata. Ci sono fucili, pistole e lanciagranate soddisfacenti, tutti accompagnati da un trio di abilità che differenzia ulteriormente ciascun ruolo e tutto appare abbastanza equilibrato durante le partite che abbiamo giocato (anche se senza dubbio c'è un meta che fa la differenza per coloro che sono già dei bravi giocatori).

LawBreakers

Ogni personaggio del roster sembra buono. Ci sono due fazioni, e entrambe hanno la propria versione di ciascun ruolo, e potete personalizzare questi personaggi con skin sbloccabili tramite forzieri (che si guadagnano quando si progredisce o acquistandoli con valuta reale). Anche se nessuno appare particolarmente coraggioso o audace in termini di design, la loro qualità complessiva è alta e ogni personaggio è ben animato. Forse un maggior scopo e una maggiore personalità avrebbero tratto maggiormente vantaggio da un racconto sul loro background, ma questo non è Lorebreakers e se vi piace saperne di più sui personaggi (qualcosa che Blizzard ha saputo fare brillantemente con Overwatch), qui non verrete soddisfatti.

Anche se ci sono molte statistiche di cui tenere traccia e forzieri da aprire nel corso del tempo, è la varietà trovata nel giocare le mappe, le modalità e le classi a fare la differenza nel vostro coinvolgimento (o meno). Le modalità in Lawbreakers sono tra le più popolari già presenti in altri tipi di gioco preesistenti, con piccole differenze che sono legate all'ambientazione zero-g, ma sono tutti semplici e facili da capire. Non richiede molto tempo per imparare lo spostamento tattico richiesto per ogni modalità, e la sensazione è che una mappa cambi un po' in base ai diversi obiettivi. La nostra preferita è stata probabilmente Blitzball, ma le varianti di King of the Hill, Domination e Cattura la Bandiera sono tutte buone, e nonostante il fatto che noi preferiamo di gran lunga la modalità deathmatch, non ce ne siamo fatti mancare neanche una.

LawBreakers

Alcune mappe aggiuntive alla release sarebbero state di gradimento, ma è un aspetto che Boss Key intende espandere dopo il lancio e il fatto che tutte le mappe future (e modalità e classi) saranno incluse nel costo iniziale del gioco è una buona mossa, il che dovrebbe far sperare che la base giocatori cresca nel lungo periodo. Nonostante questo, ne avremmo comunque gradite di più, anche se quelle che già ci sono, sono buone, con livelli multipli, una bella combinazione di aree chiuse e aperte e funzionalità integrate che aiutano ad accentuare il gameplay zero-g. Le varie abilità distintive delle diverse classi traggono senza dubbio giovamento dal design intelligente della mappa, che cambia ogni arena in base a qualsiasi personaggio con cui state giocando in quel momento. È solo un'altra cosa da pensare e a cui dovrete abituarvi.

Grazie all'applicazione intelligente di combattimenti con gravità e di qualche meccanica sparatutto soddisfacente e reattiva, abbiamo apprezzato finora le nostre ore in compagnia con Lawbreakers. Anche se il gioco ha ancora ampio margine di crescita e per diventare sempre più grande e audace rispetto al lancio, ciò che più di tutti è importante adesso sono i giocatori. Naturalmente, sono necessari ulteriori contenuti affinché i giocatori vengano coinvolti e fare in modo che il gioco trovi uno spazio in questo spazio competitivo, ma ciò non accadrà se non ci sono abbastanza contenuti nel prossimo futuro. Boss Key ha stabilito alcune solide basi per questo spettacolo sci-fi succintamente composto, ma per far sì che sia un successo e far crescere una comunità dovrà darsi da fare.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Ottimi gemaplay e meccaniche; Un sacco di classi interessanti; Un buon level design e l'aggiunta del zero-g.
-
Non ci sono abbastanza contenuti al momento; Il lore non è particolarmente coinvolgente; l'attesa tra un match e l'altro.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

LawBreakersScore

LawBreakers

RECENSIONE. Scritto da Mike Holmes

Boss Key mira a fare concorrenza ad un genere ormai in costante ascesa con il suo titolo di debutto.



Caricamento del prossimo contenuto