Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
preview
Hearthstone: Heroes of Warcraft

Hearthstone: Heroes of Warcraft

Avete mai pensato di giocare a World of Warcraft in stile Magic: The Gathering? Con Blizzard tutto è possibile.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Blizzard ha realizzato un gioco di carte. Uno di quelli virtuali. Le carte, infatti, sono solo dati e tutte le partite si giocano su internet. Ma in ogni caso, si tratta di un gioco di carte. Non si tratta del più grande MMO al mondo, del più importante dungeon crawler, di uno dei migliori giochi di strategia di sempre.

No, si tratta invece di raccogliere un sacco di carte, raccoglierne il meglio in un mazzo, e quindi pestare il vostro avversario, che cerca di fare lo stesso con voi. Si tratta di una formula nata ai tempi di Magic: The Gathering nei primi anni '90, e da allora è andata avanti senza mai fermarsi, in tutto il mondo, ed è stata copiata innumerevoli volte. Basti guardare i Pokémon. O i CCG- World of Warcraft (seppur con licenza).

E ora anche Blizzard ha deciso di lanciarsi in questo genere, probabilmente perché hanno potuto vederne il senso, e non solo limitandosi a lavorare su progetti che richiedono più di 3 anni di sviluppo. Si potrebbe dire che non è certo un'idea originale, ma è questo il punto. Oltre al primo Diablo, e ancora prima il primo Warcraft, l'originalità non è mai stata un grande punto di forza di Blizzard. No, affatto. E' stata invece la loro capacità di prendere un concept o un'esperienza già nota, distillarne la sua essenza, e renderla completamente nuova, ottimizzarla, testarla, equilibrarla e regolarla fino a quando non si otteneva un prodotto molto accessibile, ma che allo stesso tempo aveva della profondità e dei contenuti che ti avrebbero affascinato per tanto, tanto tempo.

Hearthstone: Heroes of Warcraft

Le radici di World of Warcraft nel gioco non sono solo evidenti, ma permeano tutti gli aspetti. Icone, direzione artistica, i nomi dei mostri, le abilità e la loro grafica sono stati tutti recuperati da WoW. Quando Jaina Proudmoore lancia gli Arcane Missiles, tre missili arcani volano davvero dall'altra parte del tavolo. Proprio come gli Arcane Intellect, che le permette di pescare due carte. Eccetera.

Se conoscete Magic: The Gathering, sapete che il gioco è diviso in cinque colori. Hearthstone è invece diviso in nove classi, tutte con il proprio eroe, anche questi presi dall'universo di Warcraft. Avete il guerriero, il rouge, lo sciamano, il mago, il sacerdote, il druido, il paladino e il cacciatore, tutti esemplificati da immagini, come la suddetta Jaina, ma anche Thrall, Garrosh Hellscream, Rexxar, Gul'dan e altri.

Ogni classe ha a disposizione 20 carte che solo loro possono usare (inizialmente hanno accesso solo a circa la metà, il resto deve essere raccolto), con diverse abilità e incantesimi per soddisfare ciascun background. Poi c'è una serie di carte che tutte le classi possono utilizzare, come gli animali, i soldati, mostri e così via, con il nome di "servi". Questi accorrono al vostro fianco sul campo di battaglia per combattere con voi.

Abilità, nomi delle carte e meccaniche arrivano direttamente da World of Warcraft. Se, ad esempio, un servitore fa una "provocazione", significa che il tuo avversario può attaccare solo questo, fintanto che è sul campo di battaglia. Se sono in stealth, non potete localizzarli prima che facciano un attacco. "Windfury" significa che possono attaccare due volte per turno, e così via.

Hearthstone: Heroes of WarcraftHearthstone: Heroes of Warcraft

Ogni classe ha anche una propria abilità speciale che per attivarle ci costano due mana. Jaina può lanciare una palla di fuoco contro qualsiasi bersaglio, e fare 1 danno. Il sacerdote può guarire 2 danni. Lo stregone può fare 2 danni e pescare una carta. Lo sciamano può gettare un totem casuale (uno è in grado di attaccare, per esempio, mentre un altro guarisce tutti i suoi alleati alla fine del turno). E' facile interagire con tutto questo, e ha un senso tematico.

Ma la cosa più importante di tutte è forse il ritmo. Sebbene Hearthstone sia giocato a turni, il gioco è veloce, e presto s'imparara a gestire rapidamente gli ordini di attacco e a lanciare i propri incantesimi. Se avete giocato a Magic: The Gathering o, forse, all'edizione digitale di Duels of the Planeswalkers, poi si sa che ci sono un sacco di stop, di pause e di stand-by mentre l'avversario valuta se lanciare un contro-incantesimo, quale dei suoi animali è in grado di bloccare i vostri attacchi, e altro ancora.

Non c'è nulla di simile a Hearthstone, dato che non è possibile effettuare alcuna azione durante il turno dell'avversario. Invece basta aspettare pazientemente. Non ci sono "bloccanti" che designano entrambi, e l'unica cosa che può impedire al tuo avversario di inviare tutti i suoi tirapiedi a scontrarsi contro di te, è disporre di uno o più servi sul campo.

Ciò significa anche che non ci sono fasi o altre suddivisioni complicate nel vostro turno. È possibile attaccare e lanciare incantesimi nell'ordine esatto che si desidera. Aumenta il ritmo notevolmente.

Hearthstone: Heroes of Warcraft

Allo stesso modo, non si può chattare con l'avversario. È possibile far dire al vostro eroe frasi standard come "ben fatto" o "auguri", ma questo è tutto, e in un certo senso è quasi liberatorio. Se avete qualche BattleTag o amici RealID sul vostro account Battle.net, potete ovviamente parlare con loro.

Hearthstone è free to play, e questo significa che si possono acquistare le carte con soldi veri. Noi non l'abbiamo fatto, in parte perché siamo avari (anche perchè giocavamo su un conto provvisorio degli Stati Uniti che viene cancellato al termine della chiusura della closed beta), ma anche per vedere quali opzioni potrebbero altrimenti acquisire le carte. Ogni volta che si sblocca una nuova classe (possibile quando li si sconfigge in modalità "Pratica contro l'IA"), si ottiene una pila di carte, ma anche un avanzamento di livello (sì, c'è un sistema di progressione), ed è possibile inoltre acquistare mazzi di carte per l'oro. L'oro scorre in modo lento ma costante, può anche distruggere le carte e usare la loro polvere (altra meccanica da WoW, in fondo) per dare vita a nuove carte. Non è necessario scovare ricette.

In breve, il gioco è molto riluttante a vendere roba al giocatore, e il luogo in cui l'elemento retributivo si farà maggiormente sentire è l'Arena, una modalità di gioco in cui si costruisce un mazzo di carte a caso, e il tuo avversario fa lo stesso. Non potrai conservare le carte dopo la partita, ma ci sono altri premi in forma di pacchetti d'oro e di carte. Non siamo riusciti a testare questa parte a fondo.

In ogni caso: se vi siete divertiti un mondo con giochi TCG tipo Magic: The Gathering, Hearthstone: Heroes of Warcraft sarà probabilmente imperdibile. E se non avete mai giocato a questi giochi di carte, allora c'è ancora una buona probabilità di farsi catturare. Perché questo è, come ho detto, un gioco Blizzard che, anche in questa fase di beta, trasuda tutta l'accessibilità e lo stile impeccabile per cui lo studio è famoso. L'open beta inizia in un futuro prossimo, e vi consiglio di dargli una possibilità.

Hearthstone: Heroes of Warcraft
Hearthstone: Heroes of Warcraft
Hearthstone: Heroes of Warcraft
Hearthstone: Heroes of Warcraft

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto