Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Guitar Hero Live

Guitar Hero Live

Si torna a rockeggiare.

È passato un po' di tempo da quando abbiamo assistito alla grande ascesa di Guitar Hero e Rock Band. Probabilmente Guitar Hero, tra i due, è stato quello che ha suscitato maggiore interesse e ha catalizzato maggiormente l'attenzione sulla scena musicale videoludica. Ogni artista ha voluto esserci. Activision ha accresciuto il suo team di Guitar Hero in modo incredibile. Giusto per darvi un esempio materiale di cosa stiamo parlando: i Van Halen ha ottenuto la loro propria edizione di Guitar Hero, con le migliori canzoni dei Van Halen, meno quelle con Sammy Hagar.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Ma dopo il primo successo, il mercato ha iniziato a poco a poco a sgonfiarsi (forse il più impressionante è stato Guitar Hero: Aerosmith, che ha venduto più di 3,6 milioni di copie) e Guitar Hero: Warriors of Rock nel 2010 ha segnato la fine di un'era.

Eravamo saturi. Non ne potevamo più. E così è tutto finito. Ma cinque anni dopo ci ritroviamo ancora una volta con una nuova chitarra tra le mani, un nuovo gioco e un concept nuovo di zecca, proprio per Guitar Hero. Gli sviluppatori di DJ Hero, Freestyle Games, hanno avuto l'arduo compito di reinventare quello che una volta è stato un colosso videoludico da miliardi di dollari, questa volta per nuovi giocatori. E l'idea che hanno avuto è molto diversa. Se gli originali creatori di Guitar Hero, Harmonix, sono rimasti bloccati sullo stesso concept di partenza con Rock Band 4, Guitar Hero Live coglie un sacco di nuove opportunità. È innovativo, ma al tempo stesso familiare. Ma basta a riaccendere il nostro interesse per le chitarre di plastica?

Ma andiamo con ordine. Il nuovo controller di Guitar Hero offre una grande novità grazie ai nuovi sei tasti. C'è una linea di pulsanti bianchi, una linea di pulsanti neri e questi si combinano per formare le 10 diverse note (3 nere, 3 bianche, 3 bianco e nero, e la strum bar). È più complesso rispetto ai titoli precedenti, ma offre anche maggiore accessibilità dal momento che i primi due livelli di difficoltà non faranno uso dei pulsanti neri. Infatti la difficoltà più semplice usa solo la strum bar, ma era così noiosa che non abbiamo resistito più di mezza canzone. A difficoltà normale si usano tutte le note, ma non vi viene richiesto di dover usare tutti i tasti, un aspetto che sia gli avanzati sia gli esperti tendono a fare. Si tratta di una configurazione interessante che permette al nostro mignolo di andare in vacanza (per fortuna), mentre le tre dita sono costrette a lavorare sodo. Un week-end di Guitar Hero Live e le nostre mani doloranti hanno avuto bisogno di stare ammollo in acqua fredda per un po'.

La chitarra stessa sembra essere di buona qualità. I tasti scricchiolano un po', ma la strum bar è molto resistente. Ma forse solo perché noi non abbiamo picchiato duro.

Come è tipico dei giochi precedenti, Casual e Normale sono le categorie per i nuovi arrivati, Normale e Avanzato per i giocatori con una certa esperienza e Avanzato a Esperto per i professionisti, quest'ultima una modalità che richiede uno sforzo particolare. E questo non è aiutato dall'assenza di una modalità allenamento in cui imparare i riff separatamente. Speriamo che questa caratteristica venga aggiunta tramite un aggiornamento in quanto è piuttosto umiliante avere una media di 90 in modalità Normale per poi essere distrutto in Avanzato ai primi tentativi.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Guitar Hero LiveGuitar Hero LiveGuitar Hero Live

Guitar Hero Live si basa fondamentalmente su due modalità quella in prima persona, in cui si parte da concerti più intimi fino ai festival giganteschi, della modalità Live, e quella in cui siamo accompagnati dai video musicali, la modalità GHTV. Le prime impressioni di Live sono buone. Iniziamo con il festival Sound Dial con "Stoneford Castle" nel Regno Unito, come la "Portland Cloud Orchestra".

E' divertente e l'atmosfera in prima persona funziona molto meglio di quanto ci saremmo aspettati. Soprattutto quando le cose non stanno andando per il verso giusto, e i fischi della folla e gli sguardi furiosi dei compagni di band iniziano a pesare su di noi come macigni. E' fantastico (no, davvero lo è). Non riusciamo a ricordare onestamente neanche un singolo fotogramma delle animazioni o di qualsiasi altro precedente Guitar Hero o Rock Band come quelli visti in questo nuovo gioco. E' anche un aspetto che rende il gioco più divertente anche per il pubblico presente in salotto. E' chiaro che gli sviluppatori si sono divertiti e sbizzarriti con questo aspetto, hanno giocato con gli stereotipi. Più vado in giro e più ci sono colleghi che detestano questo approccio live action, ma io personalmente l'ho apprezzato molto. Non appena incominci a incasinarti, è facile accorgersi di come il pubblico e i compagni cambiano dalla versione "buona" alla versione "cattiva". È probabile che si finisca per odiare alcune di queste band inventate e si finisca per amarne tante altre. Lo stesso vale per la tracklist.

La sezione Live del gioco offre 13 set, con un totale di 10 band per due festival (c'è anche lo statunitense Rock the Block, oltre al Dial Sound). Ogni set è composto da almeno 3 canzoni, alcune fino ad un massimo di 5. C'è un set con Avril Lavigne, Katy Perry e Rhianna. E uno con Kasabian, Linkin Park, Eminem e Skrillex. Ce n'è un po' per tutti i gusti, ma offre comunque un'esperienza coerente per qualsiasi appassionato di Guitar Hero. Questo gioco non ha veramente un tema centrale e quindi finisce per essere di tutto un po'.

La tracklist è poco orientata al metal, anche se va detto che di canzoni ce ne sono, in particolare nella sezione TV. Al momento del lancio ci sono più di 250 brani disponibili, ma naturalmente la stragrande maggioranza di queste sono in streaming (ci sono poco più di 40 brani contenuti nel disco). Il sorprendente numero di rock band presenti nel gioco offre anche alcuni brani che sono a loro volta inaspettati - i Red Hot Chili Peppers con "Higher Ground", gli Alice in Chains con "Stones", e i Pearl Jam con "Sirens". Se proprio dobbiamo essere onesti, non sono proprio quelle canzoni che ci aspetteremmo di suonare con queste band.

Ci sono comunque anche un sacco di canzoni meravigliose come "Under Cover of Darkness" dei The Strokes, Buddy Holly di Weezer, When We Were Young dei The Killers, e per coloro che sono fan di Tom Morello ci sono due canzoni di Rage Against the Machine (Guerrilla Radio, Bulls on Parade) ma anche Cochise degli Audioslave. Ci sono brani degli Arctic Monkeys, Green Day, REM, Rush, Queen, Soundgarden, The Dandy Warhols, The White Stripes, solo per citarne alcuni. E ci sono alcuni classici del calibro di Pat Benatar, Judas Priest, Iggy Pop e Blondie. Insomma, troverete pane per i vostri denti in abbondanza. Oh, e ci sono anche i Blink-182.

Guitar Hero Live

La sezione TV offre due canali simili a come era MTV prima dell'era reality show. Le canzoni vanno in onda 24 ore al giorno in blocchi diversi e basta sintonizzarsi e iniziare a giocare per guadagnare crediti e salire di livello. È quindi possibile sbloccare nuovi poteri hero da usare nella sezione TV, nuovi brani, e carte dei giocatori. È possibile anche accedere a tutte queste canzoni a richiesta, ma costano dei crediti e anche se ci sono un sacco di crediti da spendere nella fase iniziale, abbiamo comunque la sensazione che l'introduzione di questo tipo di economia vada contro l'idea che si possono suonare le canzoni che si preferiscono in qualsiasi momento. Non è la soluzione ideale. Ci sono anche contenuti televisivi premium.

E' un modo strano di etichettare questi contenuti, dal momento che non c'é un obbligo di iscrizione, ma l'idea è che il contenuto sia disponibile per un periodo limitato e offra bonus extra. Attualmente è disponibile un live set con gli Avenged Sevenfold, alcuni "Guitar Hero classics" e "blockbuster indie rock" (All the Rage Back Home degli Interpol è una delle canzoni presenti, ad esempio); li potete sbloccare per suonare alcuni brani (potete anche tranquillamente sboccarli acquistandoli, ma è davvero semplice sbloccarli, ad un livello di difficoltà a scelta). Non siamo sicuri se i prossimi contenuti verranno offerti solo in questo modo o se ci saranno anche canzoni TV più standard, previste per il lancio. Così com'è, la sezione TV offre un sacco di promesse, ma resta da vedere quanto Activision riuscirà ad invogliare i giocatori con nuovi contenuti e quanto loro ne saranno invogliati. Se perdono interesse dopo un paio di mesi, avremo una selezione di brani non aggiornata a cui non possiamo accedere con totale libertà (dal momento che c'è un sistema economico nel gioco) o peggio, se la selezione si riduce col passare del tempo . Non abbiamo alcun modo per saperlo con certezza.

Naturalmente tutto questo ha a che fare con i costi di licenza. I contenuti in streaming del gioco è un modo per Activision di offrirci un elenco di brani senza alcun costo aggiuntivo. Questi problemi di licenza significano anche che non avremo modo di usare le varie caratteristiche streaming e share.

Guitar Hero Live si rivolge principalmente ad un chitarrista solitario, mentre Rock Band 4 si rivolge a persone a cui piace giocare insieme alle feste. Certo si può giocare con due chitarre e aggiungere un microfono, ma il fatto che Guitar Hero Live si rivolga principalmente al giocatore solista è evidente dal fatto che il "party pass", utile per sbloccare l'intero catalogo per 24 ore, necessita di microtransazioni. Proprio così, se siete ad una festa e vi viene voglia di giocare, avrete bisogno che voi o i vostri amici usino i propri crediti. Le canzoni nella sezione Live sono accessibili tramite quick play e non rientrano sotto la stessa economia. Oltre a questo, non c'è un posto in cui selezionate tutte le canzoni del disco. Le canzoni sono canzoni Live o TV. Insomma, se volete giocare insieme agli altri amici, lasciate perdere. Un po' un peccato, ad essere sinceri.

Guitar Hero è ancora molto divertente, più di quanto ci ricordavamo. La nuova chitarra funziona davvero bene, e si sente che è un prodotto di qualità, anche se il clic-clac della strum bar è molto forte. Ci sono un sacco di canzoni, alcune sono effettivamente molto buone e il set first-person non è un espediente, ma aggiunge effettivamente qualcosa in più. Detto questo, non siamo sicuri sulla sezione TV, la sua economia sembra un po' ostacolare il giocatore e spingerlo verso microtransazioni, e ci sembra anche strana la decisione di mettere delle barriere nel suonare canzoni liberamente durante le feste. La mancanza della modalità di allenamento in cui possiamo imparare i riff più difficili è un altro aspetto che non ci ha lasciato positivi. Se siete nuovi a questo genere di giochi, vi diremmo che Guitar Hero Live è una scelta migliore di Rock Band 4, semplicemente perché offre più canzoni e un concept più moderno.

Guitar Hero LiveGuitar Hero Live

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
La nuova chitarra è stata davvero ben progettata; Il live action è sorprendente; Molta varietà in termini di brani; GHTV è un buon proposito.
-
Poca attenzione nei confronti di una modalità multiplayer, oltre a mancare la batteria; Alcune canzoni non sono ideali per un gioco di chitarra; Manca una modalità allenamento; GHTV è un bel punto di domanda.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto