Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
articoli

GOTY 19: Miglior Visual Design

Quest'anno sono usciti alcuni giochi straordinariamente belli e abbiamo provato a stilare una lista con i 5 migliori del 2019.

La corsa al fotorealismo ha dato vita ad alcuni videogiochi davvero sbalorditivi in termini grafici negli ultimi anni, e con una nuova generazione di console oramai dietro l'angolo, le cose andranno ancora meglio molto presto. Ci sono giochi per cui alle volte può essere difficile distinguere tra digitale e realtà e ogni anno vediamo sviluppatori migliorarsi ancora di più nell'inseguire questo obiettivo. Detto questo, l'ingenuità dei game designer ha ripetutamente dimostrato che non abbiamo bisogno di una grafica realistica per realizzare giochi di livello, e in questa classifica ripercorriamo quel visual design che si è distinto maggiormente nel corso di questo ultimo anno.

5. The Legend of Zelda: Link's Awakening di Nintendo EAD - Riportare in epoca moderna un classico amatissimo non è mai un compito facile, ma Nintendo è riuscita perfettamente in questo intento con The Legend of Zelda: Link's Awakening, che è approdato su Switch quest'anno a distanza di oltre 25 anni. Nonostante la forte nostalgia, è stato deciso di ripensare completamente il gioco da un punto di vista grafico ed è stato fatto un ottimo lavoro.

Questa affascinante avventura è stata animata da uno splendido visual design. Dall'acqua luccicante alla vegetazione lussureggiante, il mondo è bello da vedere e un piacere da esplorare, indipendentemente dal fatto che ti muovi lungo spiagge sabbiose o scavi nelle profondità sotterranee di dungeoni pieni di enigmi.

GOTY 19: Miglior Visual Design

4. Disco Elysium di ZA/UM - Il fatto che Disco Elysium sarebbe finito tra i contendenti di miglior gioco dell'anno per varie ragioni può essere una sorpresa per molti, ma il fatto che il gioco sia una meraviglia visiva non lo è. Lo sviluppatore dietro il gioco, ZA / UM, è formato da un gruppo di artisti, romanzieri e musicisti, e lo dimostra in ogni aspetto del gioco.

Il design di Disco Elysium è abbastanza semplice, ma mostra emozioni nei suoi ambienti attraverso l'uso intelligente di tavolozze di colori, strutture distopiche e aspetti simili a tratti di pennello che rendono il gioco simile a un dipinto ad olio in movimento. È così unico sotto molti aspetti e ogni elemento del design completa il resto.

GOTY 19: Miglior Visual Design

3. Death Stranding di Kojima Productions - Sin dai primi giorni di Death Stranding dopo il suo annuncio, Hideo Kojima ha chiarito che sarebbe stato uno spettacolo visivo, dalle rocce muschiose ai fili d'erba che Norman Reedus attraversa in questo mondo tentacolare. È un gioco in cui lo scenario naturale è creato con tale amore e cura che è una gioia perdersi dentro, anche quando ci sono BT spettrali o Mule violenti che ti importunano.

Questo senza nemmeno menzionare i personaggi eccellenti, i costumi unici (la maschera d'oro di Troy Baker è già iconica) e le animazioni facciali che rendono questo titolo uno dei giochi più raffinati e visivamente deliziosi del 2019. Non è sempre eccezionale, va detto, ma tutto è stato tirato a lucido e ottimizzato nei minimi dettagli, il che è certamente evidente nel prodotto finito.

GOTY 19: Miglior Visual Design

2. A Plague Tale: Innocence di Asobo Studio - Ci sono alcune minacce che ancora devono essere esplorate dal regno dei videogiochi. Zombi che vagano per le strade, terroristi in agguato nei bunker, alieni in attesa di strapparci la testa dalle spalle; a volte sembra che abbiamo già visto tutto. E poi c'è A Plague Tale: Innocence.

Il gioco realizzato da Asobo ci ha fatto appassionare fin dall'inizio, seguendo la coppia di protagonisti e fratelli Amicia e Hugo, mentre sfuggivano alle forze dell'Inquisizione contrastando l'influenza della loro famiglia nell'area mentre cercavano una cura per la misteriosa malattia di Hugo. Inizialmente, il giocatore è stato portato a credere che gli eserciti alle calcagna del duo fossero la principale minaccia di questo bellissimo mondo, ma presto abbiamo scoperto (anche a nostre spese) che c'era un nemico ancor più pericoloso, ossia un'orda di ratti che brulicava per le strade della città.

Non solo A Plague Tale: Innocence è un gioco bellissimo, ma il design intelligente che riguarda i topi che perseguitano i due fratelli durante il gioco è magistralmente realizzato, creando non solo un immediato senso di impotenza, ma un ambiente surreale in qualche modo credibile.

GOTY 19: Miglior Visual Design

1. Control di Remedy Entertainment - Sin dalla pubblicazione del suo straordinario sparatutto narrativo Max Payne, Remedy ha prodotto giochi con colpi di scena unici, design stellare e grandi colonne sonore. Dalle saghe poliziesche oscure ai terrificanti thriller in una realtà alternativa alle storie di viaggi nel tempo sconvolgenti, lo sviluppatore ci ha conquistato sin dai primi anni 2000.

L'ultima di queste esperienze incredibili è Control, una storia deliziosamente strana che segue la protagonista Jesse Faden nella Oldest House, un edificio nascosto in bella vista nel mezzo di New York City. Anche se a prima vista sembra essere un banale edificio con uffici federali, ci si rende rapidamente conto che l'interno è in grado di piegarsi, cambiare forma, trasformarsi in qualsiasi momento, aggiungendo un ulteriore livello di surrealismo e immersione ultraterrena all'avventura.

La stessa Oldest House non solo fa impallidire le menti dei giocatori di Control, ma il design, dall'uso scarso del colore ai suoi ambienti in continua evoluzione, ci ha lasciato senza parole. Prendendo ispirazione dal materiale vintage soprannaturale, Remedy ha creato un gioco assolutamente sorprendente che anche a distanza di mesi dal lancio è ancora uno dei giochi che ci è piaciuto di più quest'anno dal punto di vista grafico e visivo.

GOTY 19: Miglior Visual Design


Caricamento del prossimo contenuto