Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
preview
Far Cry 4

Far Cry 4

Abbiamo dato un'ultima occhiata a Far Cry 4 prima che lo shooter open-world di Ubisoft raggiunga gli scaffali dei negozi in sella ad un elefante.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Cosa non farebbe un uomo per realizzare l'ultimo desiderio di sua madre? Dovrebbe forse tornare al suo Paese natale, portare con sé le ceneri di sua madre, e spargerle proprio dove la donna avrebbe voluto riposare? E cosa dovrebbe fare se scoprisse che quel Paese è in uno stato di guerra civile e che i suoi genitori sono stati in qualche modo coinvolti nel movimento di resistenza? Prendere le parti dei propri genitori o sottostare a quanto è accaduto, come hanno fatto i loro connazionali? Dopo tutto, non sapeva neanche di appartenere a quel Paese. Perché mai dovrebbe preoccuparsene?

Questo è il dilemma che Ajay Ghale si trova costretto ad affrontare non appena arriva a Kyrat, il Paese fittizio in cui è ambientato Far Cry 4. Nel seminterrato buio di una discoteca parigina, abbiamo avuto la possibilità di giocare a Far Cry 4 e provare un po' anche la modalità cooperativa. Si tratta di un Far Cry 3 con una marcia in più, e se riescono a tirarla a lucido come si deve, la modalità co-op potrebbe rappresentare un vero punto di svolta.

Ajay Ghale è nato a Kyrat, ma sua madre lo ha portato negli Stati Uniti da bambino. Cresciuto dalla parte sbagliata della legge, Ajay si ritrova costretto a cambiare vita non appena scopre che sua madre sta morendo. Durante la loro ultima conversazione, sua madre gli racconta di Kyrat per la prima volta e quando viene letto il testamento dopo la sua morte, ad Ajay viene dato il compito di portare a casa le ceneri, disperdendole nel Lakshmana.

Far Cry 4

Ajay si considera un americano e, in quanto tale, pronuncia il suo nome proprio come lo direbbe un americano. La gente di Kyrat, tuttavia, si rifiuta, anche in vista del cognome ben noto che porta con sé. Secondo Lucien Soulban - uno degli sceneggiatori del progetto - tale scelta è assolutamente intenzionale, volta a sottolineare l'ambivalenza del personaggio di Ajay, la lotta interiore fra l'uomo che è e l'uomo che è destinato a essere. Infatti, gli abitanti di Kyrat tendono a trattarlo come una specie di celebrità. In quanto figlio di Mohan Ghale, un uomo di cui si ricorda a malapena, ma che il popolo di Kyrat considera ancora un'icona della resistenza, e il ritorno di Ajay riaccende la speranza nei cuori dei combattenti del Sentiero Dorato.

Dal momento che aiuterete il Sentiero Dorato nella lotta contro il regno opprimente di Pagan Min, potrete influenzare la storia stando da una parte o dall'altra su determinate questioni. Il movimento del Sentiero Dorato è guidato da Amita e Sabal, due persone molto diverse che hanno idee molto diverse per il futuro di Kyrat, ma che alla fine concordano sul fatto che bisogna liberare il Paese da Pagan Min.

Amita è una donna progressista che crede che le donne avranno un ruolo molto più importante nel plasmare il futuro del Paese rispetto al passato. Essendo la prima donna a prendere le armi e a combattere insieme gli uomini di Kyrat, è riuscita a conquistare il consenso di molti suoi sostenitori grazie alle sue idee di uguaglianza. Conoscendo l'importanza della stabilità finanziaria per il futuro di un paese, ritiene che utilizzare la fiorente industria dell'oppio possa aiutare la sua causa. Sabal, dal canto suo, crede fermamente nella tradizione e nella fede come elementi fondamentali per la rinascita del Paese, una volta deposto Min. Anche se i due personaggi si scontreranno in determinati punti della storia, sarete voi a prendere in mano la situazione, scegliendo quale strada intraprendere per andare avanti.

Far Cry 4
Far Cry 4Far Cry 4
Far Cry 4

Fulcro centrale di questa storia è la ricerca di Shangri-La. Basato sul famoso mito di James Hilton, descritto per la prima volta in Lost Horizon, Shangri-La è la spina dorsale culturale di Kyrat. Durante il gioco, troverete pezzi di arazzi che, una volta ricomposti, riveleranno la storia di Kalinga, un guerriero leggendario, della tigre bianca protettrice di Shangri-La e del paradiso terrestre.

Nella vostra ricerca dello spirito di Shangri-La, incontrerete diversi nemici che operano sotto una diversa IA rispetto a quelli di Kyrat, che permetterà loro di essere diversi non solo nell'aspetto, ma anche in tutto il resto. Anche se il sistema di abilità è a tema Shangri-La, la sua impostazione è molto simile a quella di Far Cry 3, anche se i tre alberi abilità sono diventati due, l'albero tigre e l'albero elefante, per un totale di quarantotto competenze.

Durante le nostre ore in compagnia del gioco, siamo rimasti sorpresi da quanto fosse simile a Far Cry 3. Il secondo gioco della saga differiva molto dal primo, e lo stesso si può dire per il terzo, ma Ubisoft sembra fosse molto entusiasta della formula confezionata due anni fa e hanno deciso di aggiungerla nuovamente, anziché cambiarla. Ci sono, ovviamente, molteplici aspetti con cui il gioco si differenzia dal suo predecessore, come ad esempio la possibilità di lanciare esche su nemici per far sì che la fauna selvatica li attacchi, anche se uno dei maggiori cambiamenti risiede nell'ambientazione.

Far Cry 4

Ambientato in Himalaya, la mappa ha un sacco di "alti e bassi" (territorialmente parlando). Quando si combatte in zone innevate, potrete utilizzare i rampini per scalare, causare valanghe di neve da buttare contro i nemici, e utilizzare la loro mancanza di visibilità per ottenere un vantaggio tattico. Anche se la grandezza della mappa è più o meno la stessa di Far Cry 3, l'aggiunta della verticalità rende le distanze più sostanziali tanto che ci abbiamo messo non poco ad abituarci. Il nostro movimento all'interno della mappa ci viene reso più agevole grazie alla presenza di alcuni mezzi di trasporto nuovi.

Tra questi c'è il girocoptero e, come probabilmente avete già visto, anche gli elefanti. Il girocoptero è un modo pratico per attraversare rapidamente le grandi distanze dal momento che elimina tutti quei "sali-e-scendi" continui mentre attraversate le strade di montagna. E' possibile salire in sella agli elefeanti e usarli per colpire i nemici o per caricare le porte chiuse, auto, o altri elementi distruttibili. Una nuova funzionalità di Far Cry 4 è la possibilità di utilizzare armi da fuoco mentre guidiamo. Questo ha costretto il team di sviluppo a cambiare il modo in cui si guida, utilizzando un solo stick analogico per scegliere la direzione e accelerare/tornare indietro. E' possibile comunque ripristinare la modalità di guida classica, ma tale modifica elimina la possibilità di usare le armi mentre si guida.

Se sentite che potete fare a meno delle armi, o se volete semplicemente concentrarvi sulla guida, mentre qualcun altro si occupa di sparare, potete portare con voi un aiutante IA o un partner in co-op in qualsiasi momento. Potrete anche invitare qualcuno che non ha il titolo per giocare con voi per un periodo di prova di due ore, al termine del quale per continuare a giocare con voi sarà costretto a comprare il gioco. Questo programma, chiamato le "Chiavi di Kyrat," è disponibile solo sulle piattaforme di Sony e sicuramente attirerà molti più giocatori, anche se alcuni solo per poco tempo. Il vostro partner - che momentaneamente prende il ruolo di Hurk, il capitano della chiatta americana che incontriamo per la prima volta su Rook Island - porterà a casa con sè i progressi del suo personaggio, compresi contanti e XP.

Far Cry 4Far Cry 4

Con un gioco così vasto come Far Cry 4, è davvero difficile elencare tutti i personaggi interessanti che incontrerete nel vostro cammino e le attività in cui vi imbatterete, senza entrare in territorio spoiler. A nostro parere la trama di Far Cry 3 ha sofferto di un pessimo ritmo, dal momento che i vostri amici e la vostra famiglia erano sempre sul punto di essere venduti in schiavitù. Questa volta, grazie ad una guerra civile su più ampia scala, abbiamo molta più libertà di esplorare in giro, anche se i raid e le missioni della storia dovrebbero adattarsi meglio allo stile di gioco personale. Ci siamo davvero divertiti con questo gioco a Parigi, anche se c'è ancora parecchio da fare in termini di rifiniture e risoluzione di bug, a giudicare dallo stato della build a cui abbiamo giocato, il che non fa ben sperare per un lancio previsto tra un mese. Aspettatevi sia ritardi dell'ultimo minuto sia un lancio "buggoso", anche se siamo fiduciosi del fatto che Ubisoft riuscirà ad evitare entrambi i casi.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Testi correlati

Far Cry 4Score

Far Cry 4

RECENSIONE. Scritto da Mike Holmes

Ubisoft ha tenuto in caldo il suo miglior titolo action/open-world fino all'ultimo.



Caricamento del prossimo contenuto