Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
articoli

E3: le nostre top 5

L'E3 2010 si è concluso: ci vorrà un anno intero prima di rimettere piede nei padiglioni di questa convention ma nel frattempo abbiamo fatto a cazzotti con il jetlag per riassumere tutto l'evento in poche righe. Siete d'accordo con la nostra lista?

Il più importante evento dell'anno dedicato ai videogames è ormai archiviato e così abbiamo pensato di riassumere le più importanti, interessanti e rilevanti tendenze e rivelazioni.

Vediamo che cosa ci ha portato questo E3 2010.

Top 5 di Bengt Lemne:

5. La rinascita dei Dungeon Crawler

Benché Diablo 3 non fosse all'E3 (Blizzard ha deciso di non prendervi parte), l'evento ha comunque presentato una serie di giochi che sembrano portare nuova linfa vitale al genere dungeon crawler, da tempo "in letargo". Dungeon Siege III, Hunted: The Demon's Forge e The Lord of the Rings: War in the North hanno presentato ambientazioni piuttosto familiari, ma sono stati in grado di portare con sé nuove prospettive e nuove idee.

4. Child of Eden

Tetsuya Mizuguchi e la sua Q Entertainment hanno finalmente svelato il successore spirituale di Rez. Child of Eden è stato di gran lunga il miglior titolo per Kinect della fiera. Per un bel po' di giocatori Hardcore, il momento in cui Mizuguchi è salito sul palco della conferenza Ubisoft si è tradotto in un mix di emozioni, in particolare quando si sono resi conto che giocandoci con il Kinect si sarebbero dovuti muovere come degli imbecilli.

3. Kirby's Epic Yarn

Il titolo è sufficiente per rendermi felice e la perseveranza di Nintendo nel puntare sul 2D è un'altra cosa che mi rende alquanto felice. Non mi considero un grande fan di Kirby, ma le meccaniche di gioco e il design alquanto ispirato mi ha reso piuttosto impaziente per la prossima avventura dell'allegra e rosea canaglia.

2. Nintendo 3DS

Funzionava. Da dio. Stiamo ancora cercando di riprenderci dall'aver realizzato che a breve avremo fra le mani un dispositivo in grado di riprodurre il 3D senza gli occhialini. E questa volta Nintendo sembra avere dato pieno supporto alle terze parti fin dall'inizio.

1. Azione, azione e ancora azione!

Con Halo: Reach, Killzone 3, Rage, Xcom, Metal Gear: Rising, Gears of War 3, Bulletstorm, Crysis 2, Dead Space 2, Brink, Call of Duty: Black Ops, Ghost Recon: Future Soldier e Spec Ops: The Line presenti alla fiera non si hanno dubbi sul genere che ha conquistato l'E3. Preparate gli indici della mano destra e della mano sinistra, perché avrete parecchi grilletti da premere!

Top 5 di Petter Mårtensson:

5. Your Shape: Fitness Evolved

Non ho mai fatto esercizio in vita mia, e la cosa inizia a farsi sentire. Ubisoft con Your Shape: Fitness Evolved è in qualche modo riuscita a trasformare gli esercizi con la console in qualcosa di interessante. Anche se sono piuttosto sicuro che ci sarà comunque da sudare. E forse partirà qualche bestemmia.

4. Gli eventi super pompati

Gli show dell'E3 sono stati divertenti ma Microsoft e Activision sono riusciti a organizzare eventi eccessivamente pompati (o forse pomposi) che non avevano nulla a che vedere con i videogames. La Natal Exprience sembrava un lungo spot dei giochi Wii e non è praticamente servita a nulla, se non a rivelare il nome dell'aggeggio: Kinect. L'evento di Activision, invece, sembrava voler mostrare quanti soldi ha l'azienda piuttosto che mostrare i suoi prodotti. Possiamo fregarcene dell'arroganza, ma allo stesso tempo dobbiamo chiederci se questi eventi siano effettivamente valsi i soldi spesi - con o senza Pharrel che urlava quanto meravigliosi fossero i giochi Activision.

3. Vecchi eroi, vecchie serie

Come di consueto l'industria punta in maniera esagerata sui sequel. Gears of War 3, Killzone 3, Medal of Honor, Call of Duty, eccetera. Nintendo ha riportato Zelda, Kid Icarus, Mario, Metroid in diverse forme e colori. Decine e decine di titoli che finivano con un 2 o con un 3 e svariati remake di vecchie serie. È così ogni anno - più o meno - ma a volte ci rompiamo davvero le scatole.

2. Get fit with Mel B

Lasciate perdere il gioco, è più o meno uguale a tutti gli altri fitness game e in ogni caso non può competere con Your Shape. Ma incontrare l'ex Spice Mel B, vederla barcamenarsi con il videogioco che porta il suo nome per la prima volta e poi intervistarla su quanto il gioco fosse tremendamente divertente, su quanto fosse straordinaria la combinazione Playstation Move e Playstation Eye ha fatto provare vergogna allo sfaticato giornalista videoludico che vive in me.

1. Star Wars: The Old Republic

Fino a qualche giorno fa Star Wars: The Old Republic sembrava una specie di gioco single-player. Durante questo E3, Bioware finalmente ha in parte rivelato le caratteristiche multiplayer del loro MMO multimilionario. Dico "in parte" perché ci sono ancora un bel poì di questioni in sospeso riguardo alla giocabilità, ma comunque sempre meglio di niente. Dare ad ogni giocatore una nave spaziale personale ed esplorabile è molto interessante. Una figata, a dire la verità. A questo punto manca soltanto che ci mostrino cosa possiamo effettivamente fare con queste navicelle.

La migliore conferenz

Nintendo

Quest'anno è stato facile scegliere la migliore conferenza. Nintendo ha sfornato il 3DS, un nuovo Zelda e ha fatto una valanga di annunci tra cui i ritorni di Kid Icarus, Donkey Kong Country e Kirby. Certo, ci sono stati dei momenti imbarazzanti tra cui i paroloni usati da Reggie ("epic" ripetuto allo sfinimento), ma a conti fatti Nintendo è riuscita a confezionare una conferenza densa di contenuti interessanti.

Ubisoft ha mostrato i suoi punti di forza e Microsoft è sembrata molto concentrata. Sony, invece, se l'è presa piuttosto comoda in quanto Twisted Metal è tutto tranne che un "grande annuncio".

Missing in Action

3. Blizzard e Rockstar

Due dei più importanti tasselli dell'industria videoludica hanno scelto di non partecipare all'E3. Lo si sapeva, ma è stato piuttosto deludente non vedere nulla durante la settimana. Beh, ci restano sempre la Gamescom e la Blizzcon. Non possiamo esultare per il momento.

4. Milo

Nessuna traccua del bambino targato Lionhead che ha conquistato lo scorso E3. Dovremmo rivederlo presto, comunque, perché Kinect ha bisogno di quel genere di contenuti oltre alle varie compilation di mini games, giochi di ballo e roba per giocatori casual.

3. Wii Vitality Sensor

Satory Iwata aveva fatto grandi annunci allo scorso E3, e quest'anno l'aggeggio non si è proprio visto. Per contro, Ubisoft ha annunciato qualcosa di simile con Innergy.

2. Final Fantasy XIII Versus

Che è successo al grande progetto Final Fantasy XIII? Decine di giochi affini al titolo Square dovevano uscire, tra cui Final Fantasy XIII Versus. Spariti.

1. The Last Guardian

Era stato rivelato allo scorso E3, ma quest'anno Sony ha scelto di focalizzarsi più sul Playstation Move e sui titoli occidentali. Deludente in quanto ci toglie le speranze dell'uscita nel 2010 del nuovo titolo del Team ICO. Anche un'uscita nei primi mesi del 2011 sembra impossibile.



Caricamento del prossimo contenuto