Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
articoli

E3 2015: Le nostre previsioni

Abbiamo provato a raccogliere in una lista le nostre previsioni su quanto vedremo (o speriamo di vedere) all'evento di LA quest'anno.

Siamo oramai vicinissimi a "quel momento fatidico" dell'anno, l'E3 di Los Angeles, che come da tradizione viene preceduto da una marea di rumour e voci di corridoio dilaganti nelle settimane di poco precedenti alla kermesse. E anche noi di Gamereactor non vogliamo restare esclusi, provando a gettare benzina sul fuoco e provando a fare qualche (entusiasta) previsione per l'evento losangelino di quest'anno. Gustatevi la nostra lista di seguito.

1. Fallout 4 farebbe meglio ad esserci ...

Se Bethesda non presenterà in anteprima mondiale Fallout 4 alla loro prima e attesissima conferenza E3, programmata per domenica 14 giugno, non mancheranno sommosse popolari tra il pubblico dell'internet. Diciamo che potremmo quasi scommetterci nostra madre (quasi, eh!), ma oramai - stando anche alle tante voci di corridoio piuttosto precise che si rincorrono nei meandri dell'internet - è molto probabile che Bethesda tiri fuori dal cilindro l'attesissimo quarto capitolo della sua gloriosa serie post-apocalittica. Diciamo che Doom e Fallout 4 bastano praticamente da soli per uscire da questo E3 satolli e soddisfatti, dunque speriamo caldamente che Bethesda mantenga le nostre aspettative.

E3 2015: Le nostre previsioni

2. Remake, Remaster, Definitive Edition...

Che cosa hanno in comune Gears of War, Uncharted, Mass Effect, e Bioshock Infinite? Beh, tutti questi titoli potrebbero tornare su hardware di nuova generazione con un'eccezionale grafica HD. Pensiamo che Gears of War e Uncharted Trilogy saranno tra i titoli che vedremo effettivamente sul palco dell'E3; anche una riedizione di Mass Effect avrebbe senso - soprattutto in vista del fatto che non è previsto alcun annuncio per un nuovo capitolo della saga, a meno che non ci vogliano stupire con un effetto sorpresa. Bioshock Infinite rientrerebbe nella stessa categoria di Tomb Raider, ossia in quella per cui il publisher cerca di spremere il più possibile da un franchise (e 2K Games può contare su di un ottimo precedente, grazie a Borderlands: The Handsome Collection).

Naturalmente, questi sono i nomi più importanti, ma è molto probabile che i publisher stiano setacciando tutti i loro cataloghi per trovare quanti più titoli possibili a cui schiaffare una bella etichetta HD e offrirli in pasto ad un popolo di giocatori sempre più affamato. D'altro canto, è anche vero che il palco dell'E3 non è propriamente il luogo ideale dove annunciare un porting di Lost Planet 3, visto che oramai è stato completamente sepolto... (diciamo che non ne saremmo sorpresi, in ogni caso).

E3 2015: Le nostre previsioni

3. Le nuove grandi esclusive terze parti?

Microsoft e Sony sono riuscite a reggersi in piedi in questo anno e mezzo di magra in termini di titoli first party grazie all'eccellente contributo offerto dagli sviluppatori terze parti che collaborano in esclusiva per ciascuna delle due piattaforme. Pensiamo a Dead Rising 3, Titanfall, Rise of the Tomb Raider, Street Fighter V. Ok, ma cosa ci aspetta dopo? Secondo quanto dichiarato da Andrew House di Sony, queste esclusive sono piuttosto difficili da reperire, dunque nutriamo qualche dubbio sul fatto che Sony abbia qualcosa di nuovo da presentare in merito (di importante, si intende) sul palco dell'E3. Ma Microsoft, dal canto suo, come potrebbe rispondere? Potrebbe ad esempio assicurarsi una qualche partnership con Capcom, e provare questa strada con un nuovo Resident Evil in esclusiva. Perché no? Un Titanfall 2? No, a quanto sappiamo da tempo, il sequel sarà una release multipiattaforma, e in tutta onestà non pensiamo proprio che vedremo qualcosa a riguardo durante l'evento di Los Angeles.

Sega ha oramai stretto un sodalizio esclusivo con Nintendo per ciò che riguarda la sua mascotte Sonic e non sono sembrati molto entusiasti dai risultati ottenuti da Alien: Isolation in termini di vendita (anche se ha vinto un sacco di riconoscimenti, soprattutto da parte della critica). Magari verrà annunciato un potenziale sequel in esclusiva per la console di Sony o di Microsoft? Non lo escludiamo. Il vero colpaccio sarebbe se Sony riuscisse ad aggiudicarsi l'esclusiva dell'originale in forma di un Director's Cut con il supporto di Project Morpheus...avete già i brividi all'idea, non è vero?

Per quanto riguarda Tekken 7, invece, non sono state ancora annunciate le possibili piattaforme su cui il titolo effettivamente approderà, e se Microsoft vuole contrastare l'esclusiva di Street Fighter V detenuta da PlayStation 4, sarebbe sicuramente il candidato ideale. Tuttavia, non siamo convinti che Bandai Namco sia disposta a rinunciare alla sua fanbase più importante (PS4), ma, come abbiamo visto nel corso degli anni, è sempre il denaro a decidere il tutto.

E3 2015: Le nostre previsioni

4. E per quanto riguarda i giochi completamente nuovi?

E' facile scrivere un articolo vaneggiando e riempendolo con titoli con eventuali sequel di giochi già noti e conosciuti al grande pubblico. Ciò di cui sentiamo davvero la necessità sono IP nuove e interessanti. Da questo punto di vista, ci ha pensato 2K Games, che ha annunciato qualche giorno fa un loro nuovo progetto chiamato Advent, che potrebbe sia collegarsi ad una IP esistente (non è probabilmente un nuovo Bioshock, ma a quanto suggeriscono nuovi indizi, è più probabile che si tratti di un nuovo Xcom), ma anche essere qualcosa di completamente nuovo. Anche Ubisoft ha annunciato di avere un nuovo titolo AAA da presentare nel corso dell'E3. Una nuovoaIP? Vedremo, anche perché Ubisoft ultimamente ha investito molto in nuove IP. E' vero, rivelare nuove IP all'E3 mette sempre un po' di paura, ma è anche vero che il calore del pubblico che accoglie annunci di questo tipo direttamente dal palco del Convention Center è senza dubbio impagabile. Lo scopriremo a breve.

5. Verranno presentati meno giochi nel corso dell'evento (a seconda di come la si guarda)

Durante il prossimo E3, mancheranno un sacco di giochi. In primo luogo ci sono quei giochi che speravamo ci fossero (ma per motivi dovuti a fasi di sviluppo complesse o appena avviate, non potranno mostrarsi ancora in pubblico). In secondo luogo, ci sono quei giochi che sono stati rimandati di recente e per cui il dato studio di sviluppo non ha avuto modo di elaborare una demo da presentare all'E3 (pensiamo a Dead Island 2, ma anche Scalebound). In terzo luogo, è abbastanza chiaro - almeno da quanto emerso nelle ultime settimane - che i grandi titoli saranno i grandi assenti di questa edizione e verranno così soppiantati dai tanti titoli indie che oramai crescono come funghi. Eppure, senza nulla togliere alla qualità di questi prodotti indipendenti, è anche vero che sarebbe più consono dar loro spazio ad eventi leggermente minori, come il PAX o la Gamescom, in cui sicuramente avrebbero una migliore possibilità di ottenere l'attenzione che meritano.

Insomma, abbiamo la netta sensazione che rimarremo un po' a bocca asciutta in termini di giochi. Poi chissà, magari verranno mostrati a sorpresa nuovi titoli che mai avremo immaginato, anche se è molto probabile che non vedremo nulla di effettivo prima del 2017, anche alla luce delle tempistiche attuali...

E3 2015: Le nostre previsioni

6. Nuovi hardware in anteprima

L'E3 è sempre stata un'ottima occasione per mostrare in anteprima nuovi hardware. In passato, Microsoft e Sony hanno sempre fatto conferenze stampa molto importanti, usando il palco dell'evento per dare prova del potenziale delle proprie console, o di parlare più in dettaglio delle novità che interessano le rispettive piattaforme.

Voci di corridoio riportano che Microsoft si prepari ad annunciare una versione slim della sua Xbox One, anche se forse è ancora troppo presto, visto che la console di nuova generazione è approdata appena un anno e mezzo fa. Per l'Xbox 360 Slim abbiamo dovuto attendere 4 anni e mezzo, ad esempio. Eppure, il nuovo controller che si prepara al lancio nel mese di giugno potrebbe tuttavia suggerire che sicuramente bolle qualcosa in pentola in casa Microsoft. Chiaramente la loro strategia è cambiata molto dai tempi in cui Xbox One è stata annunciata, e una versione più piccola dell'hardware, magari non più compatibile con Kinect, avrebbe comunque senso, dal momento che Microsoft spera di riuscire a surclassare finalmente il predominio detenuto da Sony.

Non siamo tuttavia convinti che Sony sia pronta ad annunciare una nuova versione di PS4, almeno per il momento, anche perché non sono neanche circolati eventuali rumour in tal proposito. Forse avrebbe più senso pubblicare una versione slim della console in concomitanza con il lancio di Project Morpheus, previsto per il prossimo anno, facendo in modo che i due progetti lavorino tra loro in modo sinergico. Vedremo.

Per quanto riguarda Nintendo, beh, hanno già fatto sapere che non mostreranno Project NX all'E3, ed è molto improbabile che l'azienda faccia una mossa a sorpresa nel corso dell'evento losangelino, anche se, chissà, le cose potrebbero essere cambiate. Magari Nintendo inizia a sentire un po' la pressione per ciò che riguarda il futuro e sorprenderci con un annuncio mirabolante...non escludiamo nulla.

E3 2015: Le nostre previsioni

7. Cercasi Giappone disperatamente

E' abbastanza evidente che la presenza di titoli nipponici agli eventi occidentali si sia fatta via via sempre più ridotta nel corso degli ultimi anni. Abbiamo la netta sensazione che Final Fantasy XV non ce la farà ad esserci all'E3 (anche se non escludiamo del tutto la presenza di nuovi trailer/demo o qualche novità in merito a Kingdom Hearts III nel corso della conferenza di Square Enix). Sega non avrà un suo stand, come già annunciato diverse settimane fa. Nintendo ha sostituito da un paio di anni la sua conferenza stampa con un Nintendo Direct, anche se è molto probabile che riceveremo solo informazioni relative ai giochi in uscita quest'estate, ma - ancora una volta - non vogliamo escludere qualche inatteso colpo di scena.

Capcom presenterà Street Fighter V, Konami avrà Metal Gear Solid V: The Phantom Pain (anche se dubitiamo caldamente sulla presenza di Hideo Kojima sul palco). Per Bandai Namco, speriamo che mostri qualcosa in più su Tekken 7. Mighty No.9 di Keiji Inafune ci sarà e forse ci sarà anche qualcosa da vedere da parte di Igarashi al Convention Center. Ma i giorni in cui la metà dei titoli interessanti all'E3 arrivava dal Giappone sono oramai più che superati.

E3 2015: Le nostre previsioni

8. La realtà virtuale

Con uno show dedicato interamente ai PC (per gentile concessione di AMD e PC Gamer) e Project Morpheus di Sony, sembra proprio che la VR dominerà Los Angeles quest'anno, anche se nutriamo qualche dubbio. Per prima cosa, l'E3 non è il luogo ideale per mostrare le demo della VR. In secondo luogo lo show si concentra principalmente sulle uscite che riguarderanno il prossimo Natale e, come sappiamo, i dispositivi della realtà virtuale non si paleseranno prima del prossimo anno.
Detto questo, è il momento di fare qualche annuncio di titolo AAA e ci aspettiamo che Sony ne faccia almeno un paio, se sono ancora dell'idea di lanciare Morpheus nella prima metà del 2016. E se siete stufi dei vari reboot/remake in HD, sappiate che abbiamo come la sensazione che la prossima tendenza potrebbe benissimo vedere il rifacimento di vecchi giochi per la VR. Sappiamo, inoltre, che Valve non ci sarà, quindi l'unico dispositivo che è attualmente previsto in uscita quest'anno non ci sarà, un aspetto che deluderà sicuramente tutti quelli che aspettavano annunci importanti da questo versante.

E3 2015: Le nostre previsioni


Caricamento del prossimo contenuto