Italiano
Gamereactor
articoli
Doom Eternal

Doom Eternal: come si comporta la versione Xbox Series X?

Con tre nuove modalità grafiche sulle console di nuova generazione, diamo un'occhiata all'iconico sparatutto di id per capire come si comporta sugli hardware più recente.

HQ

Pochi giorni fa, Doom Eternal ha lanciato il suo aggiornamento di nuova generazione, un aggiornamento che ha portato una versione nativa per Xbox Series e PlayStation 5 del gioco sulle console, oltre a una serie di funzionalità extra per l'edizione PC. Per le console, questo significa una serie di modalità diverse con cui fruire il gioco, che fosse a 120 fotogrammi al secondo, o meglio in 4K, o con il ray-tracing abilitato, e poiché si tratta di un aggiornamento piuttosto sostanziale dell'iconico e incredibile sparatutto, ho deciso che sarebbe stato un buon momento per tornare ad esplorare questo nuovo classico viste tutte queste nuove funzionalità.

Poiché questa è più una recensione sulle prestazioni della versione Xbox Series X del gioco, non aggiungeremo molto altro su Doom Eternal in sé e per sé, ma puoi trovare la nostra recensione. Allo stesso modo, non posso dare pareri sulla versione PlayStation 5 o Xbox Series S del titolo. Questa recensione è tratta dalla mia esperienza con Doom Eternal solo su Xbox One X e Xbox Series X.

HQ

La prima cosa che ha attirato la mia attenzione è stata la facilità con cui è stato trovato e installato l'aggiornamento di nuova generazione. Per le console Xbox Series, è semplice come scaricare un nuovo aggiornamento e non ci sei. Per quanto riguarda i tuoi dati di salvataggio, Smart Delivery risolve tutto, quindi non preoccuparti di dover iniziare il gioco da zero sulle ultime console (ho sentito alcune storie terrificanti sul passaggio alla versione PS5 da quella PS4, quindi attenzione).

Durante il gioco, noterai immediatamente tempi di caricamento più rapidi. Quando Doom Eternal impiegava quasi un minuto per caricare una missione su Xbox One X, su Xbox Series X è stata ridotta a una frazione del tempo, hai a malapena il tempo di bere un sorso del tuo caffé prima di trovarti fino alle ginocchia nelle budella e nel sangue. Ma i miglioramenti del tempo di caricamento sono un dato di fatto quando si passa dall'esecuzione del gioco su un HDD a un SSD, così come sulla grafica e sul modo in cui influisce sul gameplay.

Ho iniziato a giocare in modalità Performance, che offre 120 fps a 1800p. Usando un monitor a 144Hz, non ho ottenuto il meglio dalla grafica per questa modalità, ma il frame rate più alto trasforma Doom Eternal in una bestia diversa. Il gioco è incredibilmente fluido e non soffre più di dover giocare con una sensibilità inferiore se hai intenzione di colpire, beh... qualsiasi cosa...con le tue pistole. Avere un frame rate più alto rende Doom Eternal molto più reattivo, dandoti inoltre la libertà di uccidere i demoni nel modo che più ti si addice.

Doom Eternal

Dopo aver verificato questo, ho acceso e collegato la mia console a un monitor 4K e sono passato alla modalità Ray Tracing. Questo fa funzionare il gioco a 1800p, a un fps inferiore a 60, ma ottieni riflessi ray-tracing, il che significa che il gioco ha un aspetto un po' più carino. Non funziona esattamente in 4K con il ray-tracing, ma ad essere onesti, anche se lo facesse, non lo userei né la modalità Ray Tracing rispetto alla modalità Performance. Doom Eternal a 120 fps è un punto di svolta, quindi, nonostante la grafica migliore, ti senti comunque un po' ostacolato nei panni del dio della carneficina, l'impavido Slayer, che ai miei occhi è una cosa impossibile.

Questo mi porta all'ultima delle tre opzioni, la modalità bilanciata, che funziona anche a 60 fps, ma offre una risoluzione 4K. Inutile dire che, anche con Doom Eternal dall'aspetto piuttosto magnifico, non batte l'elevato framerate della modalità Performance e non è all'altezza della modalità Ray Tracing. Vale la pena menzionare la modalità Performance che a 1800p offre comunque un gioco molto bello, quindi anche se non è 4K, è comunque un miglioramento rispetto a quello che abbiamo visto in precedenza.

Nota: gli utenti di PS5 hanno la modalità Performance a 1584p e le console Xbox Series S la eseguono a 1080p.

Doom Eternal

Le versioni di nuova generazione sono inoltre dotate di supporto HDR10 e Ultra-Quality in una qualsiasi delle tre modalità grafiche, quindi sai che il gioco assisterà ad un importante salto di qualità nella sua grafica in qualsiasi modalità tu voglia giocare. Allo stesso modo, coloro che amano immergersi nella Battlemode, il crossplay è abilitato tra le stesse famiglie di console, il che significa che Xbox Series può giocare con Xbox One e allo stesso modo PS5 può giocare con PS4.

L'unica caratteristica che devo ancora provare e capire come influisce sull'esperienza di Doom Eternal è l'integrazione del controller DualSense di PlayStation 5, che promette il supporto del trigger adattivo per una maggiore immersione.

Tutto sommato, questo aggiornamento di nuova generazione prende Doom Eternal e in qualche modo lo rende ancora più emozionante da giocare. Se non hai già provato il gioco e possiedi una console di nuova generazione, vale sicuramente la pena dedicare del tempo, e allo stesso modo se desideri aggiornare presto la tua console e possiedi già il gioco su un dispositivo di ultima generazione, puoi consolarti sapendo che l'aggiornamento è gratuito a condizione che tu rimanga nella stessa famiglia di console. Per farla breve: lo Slayer è tornato ed è migliore che mai.

HQ

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.