Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
preview
Disintegration

Disintegration - Impressioni dalla beta

Abbiamo messo alla prova questo tactical shooter firmato da V1 Interactive.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

La scorsa settimana V1 Interactive ha aperto le porte a un numero selezionato di giocatori, noi compresi, per provare in anteprima sui server live il nuovo Disintegration e dopo aver apprezzato il gioco quando eravamo alla Gamescom dello scorso anno, siamo stati più che felici di dare un altro sguardo più approfondito a ciò che questa nuova esperienza ha da offrire.

La premessa ci piace. Siamo in un futuro remoto e l'umanità ha trasferito il suo cervello in corpi robotici, e in questi rivestimenti metallici, ci prepariamo a combattere una minaccia post-umana chiamata Rayonne. Dietro le quinte, si muove una pandemia a livello globale chiamata "The Frost", che ha un impatto sufficiente sulla società al punto che le nazioni crollano sotto il peso del caos che ne deriva e, alla fine, l'umanità si ritrova a fare i conti con l'estinzione. La soluzione: sbarazzarci dei nostri fragili corpi di carne e caricare le nostre menti all'interno di solide macchine d'acciaio. Dopo aver messo le loro menti in nuovi corpi, alcuni godono del cambiamento di scenario e diventano i Rayonne.

Ora siamo in un momento in cui i Rayonne stanno cercando di perseguire "l'integrazione" e la sua agenda post-umana. Lo fanno tramite gigantesche astronavi che dominano lo skyline e una di queste navi, ci viene detto, si chiama The Iron Cloud. Il game director (nonché co-creatore di Halo) Marcus Lehto ce l'ha raccontato quando ha spiegato come la parte singleplayer del gioco vedrà i giocatori assumere il ruolo di Romer Shoal, un fuorilegge pilota di gravcycle che cerca di combattere contro i Rayonne e salvare l'umanità in una campagna che ci viene detto durerà circa dieci ore, ovviamente a seconda di come giochi.

DisintegrationDisintegration

Il suddetto gravcycle è al centro dell'esperienza. Ti siedi sul tuo mecha e sorvoli il campo di battaglia, e dal tuo alto trespolo, controlli una piccola squadra di tre che si muovono sotto di te. Ognuna di queste unità (in genere due soldati e un mech) ha i propri attacchi, mappati sulla croce direzionale, e puoi fare in modo che colpiscano bersagli specifici durante la battaglia. Messa così, Disintegration è a cavallo sia dell'azione in prima persona che del combattimento tattico mentre dirigi te e le tue unità in intense battaglie.

Non abbiamo provato nessuna parte della modalità campagna, in quanto il vero focus della closed beta che abbiamo giocato era la componente online. Su questo fronte, siamo stati accolti da lunghe attese per entrare in partita e una sequenza di caricamento discontinua che ha portato ad alcune domande tecniche subito dopo. Abbiamo provato a fare un livestream del gioco su GR Live, ma il nostro streamer non è riuscito a entrare in neanche una partita. Non è successo sempre, e siamo contenti di dire che una volta entrati in una partita, le cose sembravano tenere un po' meglio e siamo stati in grado di giocare diverse partite fino alla conclusione. Non tutti, però, poiché Xbox One X su cui abbiamo testato il gioco si è surriscaldata due volte e si è spenta mentre giocavamo, un incidente che non ci è mai capitato prima (anche se ammettiamo che questo potrebbe essere puramente casuale).

Disintegration

Quando finalmente siamo entrati in partita, siamo stati accolti da sette squadre giocabili (che erano un pilota di ciclomotori e le loro truppe a terra). Ogni equipaggio ha attacchi diversi, sia per il personaggio del giocatore che per i suoi minion, e sapere a quali abilità hai accesso è estremamente importante, quindi la nostra sperimentazione iniziale non ci ha aiutato molto mentre cercavamo di capire i controlli e abbiamo capito cosa le nostre unità erano in grado di fare mentre i nostri avversari più stabili hanno approfittato del nostro gioco inefficace. Al di là di una varietà di attacchi diversi, i diversi gravcycle e gli equipaggi vantano armature e classificazioni di velocità diverse e, naturalmente, sono tutti unici da un punto di vista visivo, con temi presi in prestito dalla cultura pop dei nostri giorni.

Volevamo provarli tutti durante il tempo che avevamo a disposizione, ma i tempi di caricamento lenti e gli arresti anomali della console ci hanno impedito di provarli tutti. Sembrava esserci comunque una buona combinazione, e abbiamo cercato di prestare attenzione a ciò che i nostri amici (e nemici) stavano facendo. Il Sideshow, ad esempio, è una banda di robo-clown con granate appiccicose remote, mentre la King's Guard è un'opzione più corazzata con un'armatura che fa apparire il tuo avatar come un cavaliere medievale. I Neon Dreams erano quelli più bilanciati, e hanno un aspetto accattivante grazie al loro design simile a Tron. Allo stesso modo interessante è stato anche il Lost Ronin in stile samurai, che ci è piaciuto usare a lungo raggio. Warhedz sono tipo Mad Max: dalla pelle spessa e non molto sottile, e non ci è piaciuta molto nemmeno la loro arma. Forse la scelta del gruppo più interessante è quella chiamata The Business; il loro compromesso è che indossano gioielli sfacciati in oro, pur facendo fatica a sembrare fighi.

Disintegration

Un grande fattore di differenziazione è il movimento delle gravcycle, che varia in base all'equipaggio scelto. Ci vuole un po' di tempo per abituarsi a muovere il gravcycle su e giù durante il combattimento, oltre a ricordare di sfruttare gli attacchi speciali offerti dalle tue unità di supporto, ma una volta che hai capito come funziona, diventi sorprendentemente veloce. Questo è aiutato da un boost ad uso limitato che ti aiuta a metterti nei guai. È a questo punto che una squadra coordinata vale il suo peso in oro, in quanto può serrare i ranghi e proteggere un alleato colpito.

Il coordinamento è un elemento davvero importante del gioco e i team che non collaborano si troveranno ben presto nei guai. Almeno, questo è ciò che è accaduto durante il beta test e per la maggior parte del tempo qualsiasi parvenza di strategia è stata mandata all'aria, mentre tutti si facevano travolgere dal caos della situazione. C'erano le modalità Controllo zona e Recupero, e ognuna aveva la propria mappa per l'occasione (nessuna delle quali era particolarmente notevole). Il Controllo Zona è una modalità basata sul territorio, mentre Retrieval è simile a quella del CTF, basata sull'attacco e sulla difesa di nuclei distruttibili. È difficile giudicare la loro qualità date le circostanze che hanno caratterizzato la beta, ma i tipi di gioco basati su obiettivi sembrano adattarsi al gameplay più tattico che il gioco ha da offrire.

Nonostante alcuni problemi tecnici abbastanza seri, la nostra impressione generalmente positiva di Disintegration permane. Pensiamo che sia un gioco promettente con qualcosa di unico che riesce ad agganciarti e un multiplayer potenzialmente interessante, e non vediamo l'ora di giocarci di più non appena sarà ultimato, dato che l'ambientazione ci ha incuriositi parecchio.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Testi correlati

DisintegrationScore

Disintegration

RECENSIONE. Scritto da Ben Lyons

Starcraft incontra Titanfall che incontra Suicide Squad nel gioco di debutto di V1 Interactive.

GR Live: oggi si gioca a Disintegration

GR Live: oggi si gioca a Disintegration

NEWS. Scritto da Mike Holmes

Disintegration è uno sparatutto in prima persona sviluppato da V1 Interactive ed è attualmente nel bel mezzo di una beta tecnica chiusa. Abbiamo giocato per la prima...



Caricamento del prossimo contenuto