Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
recensioni
Diablo II: Resurrected

Diablo II: Resurrected - La recensione

Anche dopo più di 20 anni, questo classico ARPG emana un fascino inquietante.

HQ

"Ricorda solo che stai giocando a un gioco vecchio." Questo è stato il consiglio che un collega ha voluto darmi prima che iniziassi a giocare al remaster di Diablo II. Ho avviato l'originale molti anni fa, ma la prima grafica 3D non è invecchiata bene, motivo per cui alla fine ho deciso di abbandonarlo. Con la nuova versione chiamata Resurrected, che è stata pubblicata di recente da Vicarious Visions, 21 anni dopo l'uscita originale di Diablo II, sono stato finalmente in grado di cancellare una vecchia osservazione nella mia storia di gioco e ripristinare il destino di Sanctuary.

Gli sviluppatori hanno portato per la prima volta l'iconico action-"RPG" su console, portando la presentazione tecnica a un nuovo livello. Vicarious Visions ha creato una vera grafica 3D dai vecchi sprite 2D che erano usati all'epoca. I nuovi asset possono essere illuminati e proiettano ombre, per evidenziare l'atmosfera inquietante di questo oscuro mondo fantasy. Le qualità produttive degli ambienti vanno oltre ciò che Diablo III è stato in grado di offrire e anche se non si nota subito che nelle steppe erbose di Khanduras, nelle sabbie desertiche di Aranoch o nelle paludi intorno a Kurast, il level design puramente visivo diventa sempre più folle e brutale quanto più ci buttiamo nel buio. Il palazzo infuriato di Lut Gholein o l'insanguinato Travincal nel Kehjistan contengono più sangue e organi di quanto qualsiasi mattatoio possa mai immaginare - ed è così, anche prima che scacciamo gli eserciti dell'Inferno da lì.

Una vera rivelazione è la modalità di visualizzazione Legacy, che immerge i vecchi fan nella nostalgia, pur mostrando a tutti gli altri quanto sia cambiata la grafica in poco più di 20 anni. Puoi passare dal nuovo aspetto in 4K nitido all'originale upscalato in 800x600 o 640x480 in qualsiasi momento se desideri un confronto diretto. Poiché il design artistico di Diablo II era (ed è davvero) davvero pionieristico e distintivo, ma riesci comunque a riconoscere i luoghi e gli avversari, ma l'ambiente del remaster è stato caratterizzato da così tanti nuovi dettagli che anche i vecchi veterani dovrebbero ottenere una nuova esperienza.

HQ
Diablo II: ResurrectedDiablo II: Resurrected

Fondamentalmente, il remaster di Resurrected è sempre lo stesso gioco di un tempo. Questo iconico classico di Hack & Slash ha introdotto la spirale del bottino, influenzando il modo in cui vengono giocati i giochi di ruolo fino ad oggi. Uccidi gli avversari, acquisisci esperienza e contemporaneamente raccogli l'equipaggiamento caduto per diventare più potente e sconfiggere nemici sempre più pericolosi. Ci sono un totale di sette diversi personaggi tra cui scegliere: Amazzone, Barbaro, Negromante, Paladino e Stregone dal gioco principale, così come le due classi aggiuntive Assassino e Druido dall'espansione Lord of Destruction. In Diablo II questi eroi agguerriti seguono le orme del Viandante Oscuro che viaggia attraverso Sanctuary e corrompe la gente. Dobbiamo esporre gli orribili obiettivi di questo sconosciuto e impedirgli di scatenare l'inferno sulla terra. Nell'add-on, che funge anche da epilogo, ci assicuriamo che quelle imprese non siano state vane.

Dopo centinaia di ore con Diablo III, Diablo II sembra un passo indietro sotto quasi tutti i punti di vista. I giocatori sono praticamente scolpiti nella pietra quando aggiornano i loro personaggi, le battaglie sono molto rigide e le moderne abitudini di gioco si scontrano con i molti angoli e bordi tecnologici che risalgono al design originale. Ciò che è particolarmente interessante è che anche in modalità non-Hardcore, i giocatori lasciano il loro equipaggiamento quando muoiono. I tuoi soldi (e alla difficoltà più alta anche alcuni dei tuoi punti esperienza accumulati) rimangono nella tua tomba e devi scappare per recuperarli, se li rivuoi indietro. Il sistema non è così punitivo come sembra a prima vista (i tuoi oggetti non svaniscono se muori di nuovo mentre sei sulla strada per ritrovare il tuo cadavere), ma in un gioco che consiste nel vestirsi bene ed essere il mercenario più letale del paese, è l'ultima vergogna di dover tornare nudi al luogo del proprio fallimento.

HQ
Diablo II: ResurrectedDiablo II: ResurrectedDiablo II: Resurrected

Non è cambiato nulla in Diablo II: Resurrected perché è sempre lo stesso gioco. Oltre alla grafica molto carina, il porting della console è in definitiva l'innovazione più entusiasmante. Sfortunatamente, giocare a Diablo II con il controller non funziona come in Diablo III. Un vero svantaggio è che invece di posizionare liberamente incantesimi e abilità, i combattenti a distanza devono posizionarli con direzioni approssimative usando la levetta di controllo. A parte questo, può essere estenuante raccogliere l'oggetto giusto da una montagna di spazzatura che sorge quando metti insieme diversi gruppi di nemici ed eliminali in un colpo solo. Tali problemi sono ovviamente irrilevanti se giochi con il mouse.

Sono state introdotte alcune modifiche alla qualità della vita, come le pozioni che si dirigono automaticamente nella borsa da cintura o l'oro che verrà raccolto automaticamente, ma i puristi possono disattivarle se vogliono fare clic su se stessi fino alla morte. Vicarious Visions introdurrà anche alcune opzioni di accessibilità, che vanno dalle dimensioni dei caratteri HUD alla rimappatura/associazione dei tasti. Fino a quattro giocatori possono entrare in battaglia contemporaneamente e il crossplay è disponibile anche nel supportare più piattaforme. I tuoi progressi sono legati a Battle.net, che è una bella aggiunta quando fai visita agli amici. Ciò di cui il gioco trarrebbe sicuramente beneficio nel gioco online è una chiara indicazione di dove si trovano attualmente i tuoi compagni, dal momento che finisci per perderli di vista molto facilmente sulla piccola mappa.

Diablo II: Resurrected potrebbe essere davvero eccitante per i vecchi fan, ma a parte loro, onestamente non so a chi dovrei consigliare questo gioco oggi. Il successore è decisamente migliore dal punto di vista del gameplay ed è anche molto più adatto ai principianti. Se avvii Diablo II, dovresti già sapere molto bene contro cosa stai per scontrarti, perché il gioco non te lo dirà. È comunque fantastico che così tanta energia e lavoro siano stati impiegati in questo progetto, ma in termini di meccanica e contenuti, la vecchia avventura non riesce proprio a tenere il passo con gli standard odierni. Se anche a te piace guardare al passato e vuoi recuperare i vecchi giochi, allora Resurrected è l'occasione giusta per te. Ricorderò soprattutto l'ambiente memorabile, che ora risplende di uno splendore senza precedenti. Se questa è la direzione verso cui punta Blizzard con Diablo IV, allora abbiamo davvero alcune cose a cui guardare.

Diablo II: ResurrectedDiablo II: ResurrectedDiablo II: Resurrected
Diablo II: ResurrectedDiablo II: Resurrected
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Gli ambienti di solito offrono fantastiche qualità visive. Il display Legacy-Mode è un viaggio nel tempo. Gameplay di base impegnativo e implacabile, ambientato in un oscuro mondo fantasy. Late Game cambia un po' l'esperienza.
-
L'avanzamento del gioco e le opzioni di personalizzazione sono obsolete. L'inizio è ancora molto duro e non così divertente da giocare. Giocare con un controller funziona molto meglio per le classi melee.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto