Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
preview
Control

Control - Impressioni dalla demo E3

Abbiamo dato una nuova occhiata al nuovo titolo action di Remedy.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Non è passato molto tempo da quando siamo stati al Barbican di Londra per dare una prima occhiata a Control; l'architettura brutalista della zona lo rende il luogo perfetto per mostrare il prossimo grande action in terza persona di Remedy Entertainment. Il gioco è ambientato in uno strano edificio in continua evoluzione chiamato The Oldest House, un edificio che ha un design simile al luogo in cu siamo stati una seconda volta a provarlo.

La nostra esperienza precedente ci ha dato la possibilità di svolgere una missione completa della build che sarà giocabile all'E3 questo mese. La missione in questione si chiama Override Directorial ed è la terza della campagna. In questo caso avevamo abilità limitate, ma abbiamo avuto modo di incontrare alcuni nuovi personaggi e di scoprire qualcosa di più sull'ambientazione di questo titolo sempre più intrigante.

Ti abbiamo già offerto una panoramica del gioco, quindi saremo brevi su questo aspetto. Giocando nei panni del nuovo direttore del Federal Bureau of Control, Jesse Faden, dobbiamo capire cosa diavolo è successo in questo posto già strano. Per questa missione siamo stati inviati ad addentrarci nelle viscere dell'edificio per azionare alcuni interruttori, riparare alcune cose e riportare online i generatori. Ad essere onesti, è il classico videogioco se analizzi i suoi obiettivi in termini puramente clinici, ma quando ti addentri un po' più in profondità o ti allontani dal sentiero battuto, scopri un lato diverso di Control, uno di quelli che lo rendono molto meno come uno sparatutto in terza persona generico.

Control

Durante la nostra missione all'interno dell'edificio, ci siamo imbattuti nel custode, Arish, un uomo che balbettava un sacco di sciocchezze che non abbiamo capito per nulla. Almeno ci ha fornito alcune indicazioni utili e siamo stati in grado di riprendere la nostra esplorazione dell'area dopo che ci ha regalato qualche perla di saggezza finlandese. Partiamo dal presupposto che incontreremo di nuovo questo strano ometto, visto che la sua apparizione in questa demo non è stata nulla se non enigmatica.

In pratica, siamo andati avanti occupandoci di riparare alcune pompe e ripristinare tutto online; un compito che in pratica si riduce a poco più di esplorare e risolvere enigmi molto semplici. Ovviamente non è così semplice, e non è passato molto tempo prima che frotte di nemici ci piombassero addosso. Usando la sua arma e un'abilità telecinetica che le permette di lanciare oggetti contro cattivi ad una velocità e potenza devastanti, Jesse deve affrontare alcuni avversari relativamente complessi. Non è il caso di sparare prima e pensare poi: il giocatore deve gestire i suoi attacchi poiché entrambi sono soggetti a cooldown.

Una pistola su un timer di cooldown? Sì, hai letto bene. Control non è il tipico sparatutto run'n'gun, è un po' più cerebrale di così. Ad esempio, la tua arma sul fianco è più di una semplice pistola, in realtà è un cosiddetto oggetto di potere (li incontri durante il gioco e sono legati alle strane storie della Oldest House) ed è parte del motivo per cui Jesse è stata messa in carica; la pistola risponde solo a lei - un po' come se Artù fosse l'unico a poter estrarre la spada dalla roccia - ed è per questo motivo che Jesse è diventata il primo direttore donna del Bureau.

ControlControlControl

Jesse ha una ragione molto personale per essere lì al Bureau, che abbiamo scoperto nel filmato immediatamente successivo alla missione che abbiamo giocato, ed è sicuramente motivata da ragioni in stile Mulder. L'elemento soprannaturale è frontale e centrale e se sei un fan di serie TV come X-Files, The Outer Limits e The Twilight Zone, ti piacerà sicuramente il tema. Remedy sa sicuramente dove andare a fare shopping per trarre ispirazione.

Sia prima che dopo la missione c'è Jesse che parla con la sua collega, e durante la seconda scena, ricorda un evento traumatico dalla sua giovinezza. La direttrice ricorda come da bambina usava un proiettore per accedere a mondi diversi, e come questo incontro ultraterreno le avesse lasciato qualche affare incompiuto. Il filmato ha anche messo in evidenza uno stile visivo piuttosto singolare, per cui otteniamo primi piani nitidi e intensi di Jesse ogni volta che ci ritiriamo nella sua mente e ascoltiamo il suo monologo interiore. Dopo aver mescolato live-action e terza persona in Quantum Break, lo studio continua a costruire su temi cinematografici.

Per quanto misteriosa ed enigmatica sia la trama che l'ambientazione, Control è un po' più tradizionale in termini di gameplay. Remedy ti incoraggia costantemente a giocare in modo aggressivo e dovrai uccidere i nemici per restare in vita, il che significa che spesso è meglio rischiare anziché giocare in modo prudente. In parole povere, non è uno sparatutto in copertura, e dovrai usare la tua abilità schivata/planata per tenere alla lontana il pericolo e attraversare l'ambiente, pur tenendo sempre pronte le tue armi contro i tuoi avversari e gettando un flusso costante di oggetti contro di loro per tenerli a bada.

Durante un Q&A dopo l'evento, il capo delle comunicazioni di Remedy, Thomas Puha, ha parlato di un approccio metroidvania al level design, in cui le abilità sbloccate nel gioco, come la levitazione, possono portarti in aree precedentemente inaccessibili che sono state incontrate in precedenza nel gioco. Lo studio ci ha tenuto anche a sottolineare che Control non è un gioco lineare, e anche se ci sono capitoli da giocare con un finale definito, non è così semplice come andare da A a B a C.

ControlControlControl

A quanto pare, ci sono molti contenuti aggiuntivi nascosti, con sorprese da scoprire dappertutto. Stavamo esplorando mentre andavamo (non c'è un indicatore obiettivo utile, devi usare la mappa e le indicazioni di gioco come riferimento) e durante i nostri viaggi abbiamo trovato un paio di missioni secondarie diverse. Una ci ha visto trasportare in una dimensione diversa piena di piattaforme grigie cubiche che abbiamo dovuto attraversare e, alla fine, abbiamo incontrato un altro oggetto di potere, questa volta un cavallo da una giostra. Ci è stato anche detto che queste distrazioni costruiranno il mondo e arricchiranno il cast di personaggi secondari.

A tal fine, Puha calcola che il gioco impiegherà circa 15 ore per essere completato ad un ritmo costante, sebbene coloro che si prendono il loro tempo e decidono di esplorare ogni angolo potrebbero estendere facilmente il proprio tempo di gioco di diverse ore. Ci sarà anche un solo livello di difficoltà, e nessun New Game + (per motivi di storia, a quanto pare). Secondo l'uomo di Remedy, il lavoro della direttrice non è mai finito e ci saranno cose da fare anche una volta che i titoli di coda inizieranno a scorrere alla fine della campagna principale, incluse due espansioni già pianificate. Inoltre, Remedy vede questo come un potenziale franchise e il piano è di creare da qui le basi, se tutto va bene al momento del lancio.

Control non è in alcun modo un gioco innovativo, ma offre un mix di ingredienti molto interessante. La storia soprannaturale ci ha sicuramente incuriosito e il gameplay, sebbene non particolarmente innovativo, sembra solido e coinvolgente. Non vediamo l'ora di capire in che modo i diversi meccanismi interagiscono una volta che sono stati sbloccati, e non vediamo l'ora di saperne di più su questo universo coinvolgente e sui personaggi che lo abitano. Non dovremo aspettare neanche molto, poiché Control arriverà su PC, PS4 e Xbox One il 27 agosto.

Control

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Testi correlati

ControlScore

Control

RECENSIONE. Scritto da Lisa Dahlgren

Remedy Entertainment ritorna con un'avventura inter-dimensionale, psichedelica, sconvolgente e ricca d'azione.



Caricamento del prossimo contenuto