Italiano
recensioni
Command & Conquer Remastered Collection

Command & Conquer Remastered Collection

È tempo ce tornino due classici titoli C&C, 25 anni dopo il debutto della serie su PC.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Quando ti prepari a far rivivere un vecchio classico, sicuramente aiuta il fatto che uno dei tuoi più grandi rivali lo faccia appena poco prima di te. Inoltre, quando il tuo rispettato rivale lascia cadere la palla in un modo così spettacolare da fargli esplodere la faccia, ti viene dato un progetto abbastanza solido su come non pubblicare il tuo remake o remaster. Ed è andata così con il curioso caso di Warcraft III: Reforged, l'attesissimo ritorno di un titano di genere che si è ritrovato sommerso di critiche per via di una serie di errori di giudizio da parte di Blizzard Entertainment. Command & Conquer Remastered Collection, tuttavia, non si è lasciato travolgere in alcun modo, nemmeno per un secondo.

Senza andare a scavare troppo nel passato, ma non si può ignorare il fatto che Command & Conquer sia una delle serie di strategie definitive in tempo reale di tutti i tempi. Costruito sfruttando innovazioni all'avanguardia e viste per la prima volta solo in Dune II, nel lontano 1995 i Westwood Studios realizzarono il primo C&C (noto anche come Tiberian Dawn), e fu a dir poco rivoluzionario. È nato nel periodo in cui i giochi per PC si stavano lasciando alle spalle i confini ristretti e limitati della memorizzazione su floppy disk per godersi il lusso dei CD-ROM. Gli sviluppatori hanno utilizzato lo spazio aggiuntivo per offrire un audio migliorato, per aggiungere una grafica CGI dall'aspetto innovativo e, almeno per un po', sequenze video in full-motion. In prima linea in questa fusione di media c'era Westwood Studios.

Tuttavia, solo perché era qualcosa di innovativo negli anni '90 non lo rende buono nel 2020, e non tutti coloro che acquistano questa collezione avranno giocato agli originali e baderanno troppo alla sua eredità, anche se immagino che la maggior parte delle persone interessate a questo remaster abbiano giocato almeno ad uno o entrambi i giochi, come è stato il caso del sottoscritto.

Command & Conquer Remastered Collection

C&CRC, acronimo con cui mi riferirò affettuosamente al titolo d'ora in poi, vanta una grande quantità di contenuti. Entrambi i giochi hanno campagne gemelle e ci sono anche tre espansioni (inclusi alcuni contenuti della console che sono su PC per la prima volta). Stiamo parlando di ore e ore di punta-e-clicca, quindi su quel fronte, considerando i prezzi di budget del gioco, otterrai un ottimo rapporto qualità-prezzo. Non tutte le missioni sono brillanti, ma in generale, entrambi i giochi mantengono un livello di difficoltà unico fino ad oggi.

Gran parte di quella difficoltà unica deriva dalla precisione richiesta durante il combattimento. In alcuni giochi RTS puoi semplicemente mandare un mob sopra e si scontreranno automaticamente contro tutti i nemici che incontrano lungo il percorso, ma C&CRC mantiene la confusione degli originali e devi ancora orchestrare le tue forze con infallibile specificità o verranno braccate a morte di fronte al fuoco nemico. È una stranezza, certo, ma la sfida in entrambi i giochi si basa su questo approccio pratico e sospetto che se avessero implementato un'IA più avanzata per le tue truppe, le missioni della campagna sarebbero diventate sbilanciate.

Command & Conquer Remastered Collection

Un lontano ricordo ci dice che ci siamo bloccati nella campagna Red Alert e non l'ho mai finito, e posso benissimo crederci perché ci sono alcune missioni punitive lì dentro. Per fortuna, puoi salvare i tuoi progressi a metà livello e tornare a quel punto dopo la morte (o quando fai qualcosa di irrimediabilmente stupido, come la volta in cui abbiamo accidentalmente venduto la mia base principale e sono dovuto tornare indietro perché non potevo farne un altro), e alcune frustrazioni sono mitigate in quel modo, ma ci sono anche momenti in cui devi mantenere in vita una certa unità, e i cani da attacco a colpo singolo in Red Alert mi hanno fatto lamentare ad alta voce ogni volta che si avventavano su Tanya. Non aiuta il fatto che la nebbia della guerra sia relativamente stretta intorno alle tue unità, quindi la progressione attraverso determinati livelli può sembrare molto simile ad un trial-and-error.

Ci sono altri piccoli difetti lì dentro, crepe che si sono rivelate nel corso degli anni, come il pathfinding occasionalmente marcio e uno schema di controllo che sembrava arcaico, almeno all'inizio. Fortunatamente, ci sono molte opzioni di personalizzazione e puoi, ad esempio, cambiare il pulsante del mouse con cui dirigi le tue unità. Non si può sfuggire al fatto che sia Tiberian Dawn che Red Alert hanno più di vent'anni, ma Petroglyph, un team composto da ex sviluppatori di Westwood Studios, ha apportato la giusta quantità di modifiche opzionali per mantenerlo fedele all'originale e accessibile ai nuovi arrivati o ai generali più anziani che escono dalla pensione per un ultimo scontro.

Command & Conquer Remastered Collection

In termini visivi, è difficile da criticare. Lemon Sky, uno studio con grandi capacità in questo ambito, ha ricostruito gli art asset da zero. I risultati sono impressionanti, con elementi visivi di nuova concezione opportunamente retrò ma allo stesso tempo piacevolmente dettagliati. Il nuovo stile è così autentico che a volte è come se stessi guardando la grafica di una volta, ma poi toccando semplicemente "Spazio" rivela gli elementi visivi originali in tutta la loro gloria pixelata e ti viene ricordato che è stato fatto un buon lavoro. Poter zoomare è un'altra gradita modernizzazione. Arriviamo dal 1995, e questo si estende al design dell'interfaccia utente, che è più pulito tra battaglie e più accessibile nel gioco tramite una barra laterale ridisegnata che offre tocchi ancora più moderni.

Le animazioni in-game sono fantastiche, con esplosioni in stile retrò, e tutto sembra proprio come lo ricordi. D'altra parte, l'età delle scene in CGI e delle sequenze FMV è più difficile da nascondere. Alcuni lavori di restauro sono stati eseguiti sui filmati, ma il loro fascino da b movie non è andato perduto nel processo di upscaling. Siamo per lo più solo contenti di non aver fatto nulla di stupido come ricostruire le scene con nuovi attori. Per molti aspetti, l'eredità di C&C è definita dal suo approccio alla narrazione, e i cattivi accenti, i discutibili costumi e il modo in cui video e CGI si fondono con il gameplay per creare uno spettacolo unico non fa che aumentare il suo fascino.

Command & Conquer Remastered CollectionCommand & Conquer Remastered Collection

Un altro importante aspetto positivo di questa raccolta è la colonna sonora, che è stata anche sottoposta al trattamento remaster. La colonna sonora di Frank Klepacki resiste davvero alla prova del tempo e non è passato molto tempo prima che iniziassi a battere il piede a tempo dei riff di chitarra e iniziare la guerra. C'è anche una funzione jukebox che ti consente di avere un maggiore controllo sulla tua esperienza uditiva.

E non è tutto. C'è un editor livelli per coloro che vogliono costruire le proprie creazioni e, naturalmente, c'è una modalità schermaglia in cui puoi combattere contro l'IA e accedere più facilmente alla larghezza e all'ampiezza delle unità del gioco (nel nostro caso, ciò significava un sacco di adorabili bobine di tesla). Oltre alle vaste campagne in solitaria, c'è anche il matchmaking, anche se non abbiamo ancora avuto modo di provarlo. C'è anche il supporto completo per le mod, e dopo aver visto Blizzard provare a prendere una sorta di controllo sulla produzione creativa dei giocatori su Warcraft III, Petroglyph ed EA hanno deciso di rilasciare il codice sorgente per entrambi i giochi e lasciare che i modder facessero quello che vogliono.

C&CRC ha un bell'aspetto, si gioca alla grande e i fan possono persino scavare nella storia della serie con filmati dietro le quinte e funzioni bonus che si sbloccano mentre ti muovi lungo le varie missioni del gioco. Sia che tu stia giocando alla guerra tra il fittizio GDI e la Fratellanza di Nod di Kane in Tiberian Dawn, o esplorando il viaggio nel tempo con Albert Einstein nella storia alternativa di Red Alert, è chiaro che realizzare Command & Conquer Remastered Collection è stato un lavoro ricco amore per tutti i soggetti coinvolti. Il gioco base, nonostante tutte queste nuove rifiniture, potrebbe mostrare la sua età in alcune aree inevitabili, ma nel complesso l'esperienza continua e arriva con praticamente tutto ciò che un fan di C&C potrebbe desiderare, considerando il prezzo. Prendi nota, Blizzard: è così che si rimasterizza un classico gioco di strategia.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
Molti tocchi moderni migliorano l'esperienza di base, un sacco di fan service, supporto al modding, editor di mappe, la grafica rimasterizzata è grandiosa, la colonna sonora rimasterizzata funziona alla grande.
-
È difficile nascondere l'età del gioco in alcune aree.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.