Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
recensioni
Bleeding Edge

Bleeding Edge

Il primo gioco di Ninja Theory come Xbox Game Studio è ora disponibile all'acquisto e da giocare su Game Pass.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

I primi anni di Xbox One sono stati abbastanza sterili in termini di uscite, ma all'E3 2018, c'è stato una sorta di barlume di speranza. Phil Spencer è salito sul palco per rivelare che Microsoft aveva aggiunto quattro nuovi studi al suo portfolio e tra questi c'era Ninja Theory - lo studio di Hellblade: Senua's Sacrifice e DmC: Devil May Cry del 2013. Caratterizzato da luci al neon, Bleeding Edge - il primo gioco di Ninja Theory dopo l'acquisizione di Microsoft - è una partenza radicale per il team e rappresenta la sua prima avventura nel mondo dell'online.

Le risse online all'interno di Bleeding Edge sono 4v4 e vedono le squadre confrontarsi in due diversi tipi di partite: Objective Control e Power Collection. Objective Control è la tipica modalità di controllo in cui i giocatori si lanciano sulla mappa nel tentativo di mantenere il controllo di diversi obiettivi. Power Collection differisce quando i giocatori hanno il compito di raccogliere celle di energia e depositarle in punti contrassegnati non appena diventano disponibili. Qui ricorda un po' gatto con il topo, poiché la morte provoca la perdita di tutte le tue celle energetiche e non puoi mettere da parte nessuna cellula se un altro giocatore sta infliggendo danni.

Lavora di squadra e fai in modo di avere una composizione variegata della squadra, in quanto è vitale per il tuo successo: evita di abbandonare la tua squadra e sfidare la battaglia da solo. I giocatori possono scegliere tra le classi Tank, Support e Fighting e ognuna di queste ha il proprio ruolo da svolgere (non dovresti scegliere Kulev solo perché pensi che sia il più fico, in pratica). I tank, ad esempio, dovrebbero farsi strada in prima linea in quanto possono subire la maggior parte dei danni e i giocatori di supporto dovrebbero indugiare per posare gli scudi e schizzare i compagni di squadra con raggi curativi. Questa enfasi sul lavoro di squadra diventa un problema anche se la tua squadra è stata ridotta agli ultimi membri poiché i gruppi possono spazzare via un giocatore solitario in pochi secondi.

Qualcosa che abbiamo apprezzato è stato il senso di energia e slancio che Bleeding Edge presenta attraverso il design delle sue arene. In ogni mappa, ci sono jump pad per spingerti verso le piattaforme più alte, e tenendo premuto il pulsante direzionale destro puoi tirare fuori un hoverboard su cui sfrecciare. Ci sono anche rischi ambientali a cui devi fare attenzione e questi possono anche essere usati a tuo vantaggio. Ad inizio partita, un giocatore avversario ci ha buttato sul percorso con un treno in arrivo, eliminandoci immediatamente. Le mappe ci sono sembrate tutte ben realizzate ma visto che al momento ce ne sono solo cinque, le cose diventano presto ripetitive e non c'è voluto più di un'ora o poco più prima di aver visto tutto.

Bleeding Edge

Abbiamo comunque trovato il combattimento scattante e facile da apprendere grazie ad un breve tutorial di cinque minuti. Ogni personaggio diverso ha un attacco base (alcuni sono in mischia e altri basati su proiettili) e questo può essere messo insieme per creare combo proprio come un tradizionale brawler. Ogni personaggio ha anche tre diverse abilità speciali che possono avere effetti potenti ma necessitano di un tempo di recupero di un paio di secondi. Le abilità di maggior impatto sono super che devono essere usate con parsimonia durante le partite. Ogni giocatore ha due super diverse, ma solo una può essere attiva alla volta, quindi è necessario un pensiero tattico per scegliere quello giusto e sapere esattamente quando usarlo.

Ogni combattente ha inoltre una selezione di mod da equipaggiare, con un massimo di tre per personaggio alla volta. Sarebbe stato impossibile provare tutte le combinazioni, ma i potenziamenti passivi che offrono sembrano relativamente equilibrati e sottili, quindi si tratta più di specializzare il tuo combattente in una certa direzione anziché renderli ridicolmente sovrapotenziati. C'è anche un Dojo che ti consente di esercitarti con la tua nuova build prima di usarla nell'arena e ti consigliamo vivamente di giocare lì con un personaggio prima di lanciarti in una nuova partita.

Il brawler a squadre online in cel-shading è stato lanciato con 11 personaggi giocabili (ma se ne aggiungerà presto un altro, Mekko the dolphin) e, come detto, questi sono suddivisi in classi Tank, Support e Fighter. Abbiamo davvero ammirato lo sforzo compiuto da Ninja Theory per far sentire ogni combattente unico e abbiamo già i nostri preferiti. Tra gli straordinari c'erano Kulev, un serpente robot avvolto attorno a un cadavere in decomposizione, e Buttercup, una donna possente che è stata modificata per diventare una moto. Preferiamo di solito la qualità alla quantità, ma così com'è, il roster sembra un po' scarno e ci siamo rapidamente abituati a vedere le stesse vecchie facce sul campo di battaglia.

Bleeding Edge

Un aspetto che manca in Bleeding Edge è una sorta di matchmaking in cui sia possibile selezionare il tipo di partita in cui volevamo inserirci. Questo potrebbe sembrare banale in quanto al momento ci sono solo due modalità, ma abbiamo riscontrato che Power Collection è la modalità che esce più spesso e immaginiamo che questo problema peggiorerà con l'introduzione di più modalità. Al momento non esiste nemmeno un matchmaking classificato, il che significa che i giocatori esperti finiranno per essere contrapposti ai casual in quanto non c'è modo di raggrupparli con altri con un livello di abilità simile.

Siamo sicuri che Bleeding Edge abbia del potenziale per diventare qualcosa di speciale, ma è impossibile non notare quanto sia scarno al lancio. Il brawler attualmente presenta solo due modalità di abbinamento e cinque mappe, il che significa che abbiamo visto tutto anche abbastanza presto. Una nota positiva, tuttavia, è che i momenti incentrati sul corpo a corpo lasciano un grande senso di energia e il suo cast di personaggi è una scelta divertente, grazie alle loro personalità stravaganti. Se sei un abbonato a Game Pass, ti consiglieremmo di lanciarti in una partita o due, soprattutto se sei interessato a vedere uno studio di talento mettersi alla prova con qualcosa di nuovo.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Tutti i personaggi sono unici e pieni di personalità, il combattimento è scattante e vivace, il sistema mod offre uno strato di profondità tattica.
-
I contenuti al lancio sono piuttosto risicati, non esiste un matchmaking classificato.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Bleeding EdgeScore

Bleeding Edge

RECENSIONE. Scritto da Kieran Harris

Il primo gioco di Ninja Theory come Xbox Game Studio è ora disponibile all'acquisto e da giocare su Game Pass.



Caricamento del prossimo contenuto