Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
articoli
Assetto Corsa

Assetto Corsa X Porsche: Una connessione reale

Abbiamo provato cosa vuol dire guidare una Porsche nella vita reale e in-game.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Non è la prima volta, ma neanche la seconda, che un gruppo di appassionati di racing vengano invitati su un vero e proprio circuito per testare auto reali per promuovere un gioco di corse. Ma l'obiettivo, in molti casi passati, era uno e solo: condividere la propria passione per le auto, sentire l'odore della gomma bruciata e sentire l'adrenalina al massimo, per poi forse divertirsi con un gioco piuttosto diverso e meno realistico. Ma ci vuole coraggio e fiducia nel riuscire a fare tutto questo con un simulatore racing. Ed è quello che Kunos Simulazioni ha fatto, in quanto dopo averci fatto salire a bordo di un paio di Porsche, ci ha fatto rivivere la medesima esperienza nel nuovo attesissimo contenuto di Assetto Corsa, dedicato appunto ai famosi bolidi tedeschi.

E per rendere la cosa ancora più interessante, il luogo in cui è avvenuta la presentazione e la prova è stato ovviamente l'Autodromo di Vallelunga, il circuito a 30 minuti da Roma, in cui lo studio ha i suoi uffici, permettendo così ai loro ospiti di provare dal vivo le stesse vetture sulla medesima pista che troviamo in-game. E il risultato è stato piuttosto impressionante.

Sapevamo già che Assetto Corsa fosse un simulatore di alto livello (come vi avevamo raccontato nella nostra recensione a suo tempo) dopo molti anni di sviluppo appassionato, grazie ad una community davvero vivace e reattiva, ma anche a seguito delle eccellenti modifiche e migliorie apportate dallo studio; abbiamo già avuto occasione di apprezzare la risposta naturale che offrono i veicoli in-game, una precisione sorprendente, una ricreazione dei tracciati perfetta fino all'ultimo pixel, un evoluto modello di fisica, o i movimenti molto convincenti e diversificati dei bolidi, ma vale la pena notare che questa collaborazione non è solo una questione di licenze e di branding: il lavoro dietro ogni singolo modello Porsche incluso nel pacchetto fa davvero la differenza.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Sia gli sviluppatori sia il produttore di automobili hanno collaborato su questo contenuto per più di un anno. A testimonianza della qualità della 'replica', Porsche sta usando il lavoro di Kunos come vetrina virtuale ufficiale delle vetture reali da presentare ai clienti e agli appassionati, utilizzando i simulatori di AC sia nei centri Porsche Experience sia nella fabbrica stessa della Porsche stessa, ma anche in ben noti circuiti come Nürburgring o Le Mans. Insomma, Porsche ha fatto in modo che le auto in-game funzionassero e assomigliassero ai modelli reali, e una parte del loro team ha partecipato attivamente alla fase di beta testing del gioco, e successivamente facendo test interni e revisionando ogni singola versione delle 24 vetture previste e presentate da Kunos, fino a quando non siano perfette anche nel più piccolo dettaglio o con gli accessori opzionali. Dunque, ci preme ribadirlo, questa non si tratta di una nuova licenza di contenuti, ma di un lavoro collaborativo tra due grandi aziende, che hanno lavorato in modo sinergico su ciascuna auto. È piuttosto palese il motivo per cui, anche con la licenza esclusiva di EA, Porsche abbia scelto il team italiano come partner premium videoludico.

Possiamo parlare, ad esempio, di quando si guida una delle vetture a trazione integrale, come la Carrera 4S 911, dal momento che è uno degli aspetti che gli sviluppatori hanno sistemato maggiormente per i contenuti a tema Porsche. Ora è possibile accorgersi di una forza e di una presa diversa quando si spinge sull'acceleratore all'uscita di una curva, o di una sensazione più pesante quando si affronta la curva successiva rispetto alla trazione posteriore. 4WD magari non sarà esattamente una passeggiata, se siete più abituati ad un approccio RWD quando si tratta di auto sportive, ma il fatto è che ora cambia davvero il gioco, sia in termini di feedback sul volante sia nel modo in cui imparate nuovi modi di guidare e competere con queste vetture uniche. E lo stesso si può dire per altre meccaniche finemente bilanciate come il rilascio del pedale del freno, lo spostamento del peso, il modo in cui queste Porsche si comportano quando usiamo il cambio manuale o i punti in cui il motore viene potenziato da 4000 rpm.

Abbiamo provato anche la RWD, la Carrera S 911 bi-turbo, e sia la gestione sia la presa differenti, ma anche l'aspetto e i suoni sono stati incredibilmente modificati. Vi renderete conto che vi mancheranno tutte quelle G-force a meno che non abbiate a disposizione uno qualsiasi di quei sedili da guida super costosi, ma a parte questo, per quanto riguarda il feedback e la gestione, gli amanti delle simulazioni di corse non potranno fare altro che apprezzare lo sforzo e la cura messi in questo pacchetto.

Abbiamo giocato utilizzando lo spettacolare setup Fanatec Clubsport, che offre un uso del volante più agevole e una migliore resistenza di frenata rispetto ad altre configurazioni, e anche se abbiamo trovato le frenate forti un po' troppo spietate in-game (o perché l'auto slittava un pochino o perché l'ABS era troppo basso rispetto a quello che troveremmo su vera Carrera), magari è solo una questione di configurazione o della pedaliera, perché in fin dei conti è risultato tutto piuttosto naturale.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

L'aspetto ancora più interessante è che non solo sono incluse alcune delle auto moderne, come le già citate Carrera o la super-esclusiva Spyder 918 (una belva di appena 918 unità di cui è appena terminata la produzione, che è l'attuale detentore del record a Nürburgring), ma c'è anche una grande selezione di classici storici Porsche, come la folle "Moby Dick" 935/78. Confrontando i modelli in-game con le vetture reali, che abbiamo avuto la fortuna di provare in sede (hanno portato una paio di questi capolavori direttamente da Stoccarda) abbiamo potuto verificare che ogni dettaglio visivo è stato riprodotto con grande fedeltà sui modelli 3D, così come i suoni, ma non vediamo l'ora di scoprire cosa accade alla guida, dal momento che con le auto d'epoca è naturalmente impossibile utilizzare gli stessi dati moderni e le misure previsti dal costruttore, e quindi sia Porsche che Kunos hanno lavorato in un modo più artistico/artigianale su questa parte del contenuto.

Non vediamo l'ora di avere più ore a disposizione con questo contenuto per poter provare tutte le auto che il produttore tedesco ha "prestato" ad Assetto Corsa nei prossimi mesi, ma per il momento possiamo già dire che questa collaborazione sta già producendo la migliore esperienza Porsche mai giocata in un titolo racing.

Porsche Pack 1 è disponibile da alcune settimane su Steam e si prepara ad arrivare su PS4 e Xbox One proprio questa settimana. Il Pack 2 è stato pubblicato su Steam proprio oggi (a dicembre su console), e il Pack 3 aggiungerà auto più moderne e classiche prima della fine dell'anno per un totale di 24 Porsche. Il DLC singolo costa 6,99 €, mentre il Season Pass, con i tre DLC, costerà circa 15 € .

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Testi correlati

Assetto Corsa - PS4Score

Assetto Corsa - PS4

RECENSIONE. Scritto da Daniel Andersen

Dopo aver sbalordito i giocatori PC, l'ambizioso titolo di Kunos Simulazioni sbarca su console...e spacca ancora!



Caricamento del prossimo contenuto