Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
articoli
Assassin's Creed Valhalla

Assassin's Creed Valhalla: cosa ci aspettiamo da L'Ira dei Druidi

Abbiamo provato a immaginare quali saranno i contenuti della nuova espansione in base ai dettagli che abbiamo.

HQ
HQ

Molti giocatori non vedono l'ora di tornare nei panni di Eivor e anche se sappiamo quando sarà disponibile il primo DLC di Assassin's Creed Valhalla, Ubisoft non ha detto molto in merito a "L'Ira dei Druidi". Questo, tuttavia, non significa che ci aspettiamo che lo studio ci fornisca informazioni, ecco perché abbiamo deciso di condurre la nostra indagine da soli per scoprire il più possibile.

Per prima cosa, vediamo cosa sappiamo già. L'Ira dei Druidi è la prima grande espansione di Assassin's Creed Valhalla. Ci porterà in Irlanda ad affrontare un culto di druidi noto come i Figli di Danu. Il trailer del contenuto post-lancio ci mostra anche che Dublino avrebbe avuto un ruolo importante. Quindi eccoci qui con tre piste: Dublino, la dea Danu e i Druidi.

Dublino: roccaforte vichinga

Cominciamo definendo l'ambientazione di cui Dublino sarà il centro. Sapendo che la tribolazione di Eivor è avvenuta verso la fine del IX secolo, possiamo immaginare con precisione come sarà raffigurata la città irlandese. Fondata originariamente dal popolo nordico, Dublino era una città fiorente, ma si è trasformata in un terreno di guerre tra clan vichinghi dopo la morte di Amlaíb Conung, Auisle e Ímar. Quindi ci aspettiamo di incontrare figure di spicco che cercano di affermare il loro potere sulla città.

Non dimentichiamo inoltre che l'Irlanda contava tra 100 e 150 clan, ciascuno con il proprio re. Quei clan erano raggruppati in cinque regioni: Ulster, Connacht, Munster, Leinster e Mide e guidati dal "Ard Ri" o Gran Re. Pertanto, è abbastanza probabile che avremo missioni di alleanza con personaggi storici come Bárid Mac Ímair, il cui fratello è stato assassinato da Halfdan Ragnarsson, o Sichfrith Mac Ímair, ipotetico figlio di Ivar Ragnarsson, due personaggi importanti della campagna di Valhalla.

Assassin's Creed ValhallaAssassin's Creed Valhalla

I druidi caduti

Ora che l'ambientazione è chiaramente stabilita, passiamo all'evento principale: i Druidi. I druidi avevano un posto molto importante nella società celtica. Erano responsabili della religione, dei sacrifici, della benedizione, della giustizia e persino dell'insegnamento. O almeno lo erano prima che il paese fosse cristianizzato. Questi uomini, con credenze di un tempo, hanno ancora un certo grado di influenza e probabilmente cercheranno di ripristinare il loro antico splendore. A tal fine, creano qualcosa di abbastanza simile all'Ordine degli Antichi. Chissà, alcuni potrebbero già farne parte?

Assassin's Creed ValhallaAssassin's Creed Valhalla

I figli di Danu

I druidi affermano di avere una connessione con Danu perché secondo la mitologia celtica, è la prima dea dei Tuatha Dé Danann (le tribù di Danu), che in seguito diventeranno il popolo irlandese e la fonte dei poteri mistici dei druidi.

I Tuatha Dé Danann vivevano su quattro isole leggendarie: Falias, Findias, Gorias e Murias rispettivamente guidate dai Druidi Morfessa, Uiscias, Esras e Semias. Ma ciò che più ci interessa sono le reliquie che hanno portato con sé e il modo in cui ispireranno nuovi contenuti per questa espansione.

Possiamo scommettere con certezza che armi incredibilmente potenti saranno ricompensate per i giocatori. Uiscias ed Esras sono quelli che hanno portato la leggendaria spada di re Nuada, una lama che può uccidere chiunque tagli e può tagliare qualsiasi cosa. Insieme alla lancia di Lugh, che non manca mai il suo bersaglio. Semias, d'altra parte, arriva accompagnato dai talismani Dagda tra i quali puoi trovare una mazza che può sia uccidere che resuscitare a seconda dell'estremità con cui colpisci le persone. Armi che si adatteranno facilmente al Mjolnir e all'Excalibur di Thor.

Assassin's Creed ValhallaAssassin's Creed Valhalla

In secondo luogo, presumiamo che uno di quei mitici artefatti sarà il punto di forza della trama del DLC: Lia Fáil o "Pietra de Destino". Una reliquia che puoi davvero vedere dal vivo a Tara. Questa pietra è leggendaria perché si dice che quando viene toccata da un vero re, inizierà a cantare o urlare di gioia. Possiamo facilmente immaginare i Figli di Danu usare Lia Fáil per trovare un re disposto a ripristinare il loro status di prestigio e che un qualche tipo di tecnologia Isu sarà coinvolta nel processo.

Infine, dato che l'espansione dovrebbe essere rilasciata il 29 aprile, forse anche la festa del Beltaine sarà di interesse. È la terza celebrazione religiosa dell'anno celtico che si svolge il 1° maggio, che celebra il ritorno di lunghe giornate estive e lancia anche attività come caccia, guerra, incursioni e conquiste. Parole che suoneranno come musica alle orecchie di Ravensthorpe Vikings.

Assassin's Creed ValhallaAssassin's Creed Valhalla

Conclusione

Attraverso tutti questi elementi, speriamo di aver offerto una visione teorica, ma seria e probabile di ciò che offrirà L'Ira dei Druidi Chissà se quanto abbiamo raccontato si concretizzerà per davvero, non appena L'Ira dei Druidi sarà disponibile il 29 aprile.

Assassin's Creed Valhalla

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto