Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
recensioni
Aliens: Fireteam Elite

Aliens: Fireteam Elite - La recensione del nuovo sparatutto con gli Xenomorfi

Ambientato vent'anni dopo gli eventi di Aliens, il titolo action di Cold Iron Studios incarica una squadra di Colonial Marines di eliminare l'infestazione di xenomorfi sul Katanga.

HQ
HQ

Vogliamo iniziare questa recensione con un'opinione impopolare: pur apprezzando il franchise Alien, e sebbene l'universo costruito da HR Giger sia stato parte delle fondamenta della mia vita da amante del cinema da adulto, in realtà non mi piace quello che ha fatto James Cameron con il mondo ideato da Giger e Ridley Scott nei più amati Alien.

Sebbene sia stato realizzato sapientemente e con amore, l'ho trovato semplicemente sovraesposto agli Alien al punto che l'imponente Xenomorfo, annunciato come uno dei personaggi più terrificanti sullo schermo di sempre, è diventato quasi immediatamente stantio. Sono qualità inquietanti, spettrali e ultraterrene cancellate, non appena i nostri marine stereotipati sono entrati nella loro tana su LV-426.

Lo xenomorfo è quasi etereo, una creatura così pura nel suo orrore, che va ben oltre la distruzione, o una qualsiasi analisi darwiniana. Eppure, viene rapidamente ridotto a nient'altro che una senzienza di base con la mentalità di qualsiasi altro predatore.

Alien: Isolation lo ha capito dall'universo che provava ad offrire, e ha mantenuto questo elemento ultraterreno, rimanendo uno dei miei giochi horror preferiti proprio per questo motivo. Aliens: Fireteam Elite di Cold Iron Studios fa l'ovvio, e non esagero quando dico, che dopo letteralmente 30 secondi di gioco, avrai ucciso almeno 30 Xenomorfi, che si lanciano alla cieca verso di te a frotte, abbandonando tutto il loro senso predatorio mentre si ammassano numerosi in direzione della canna della tua arma.

Aliens: Fireteam Elite

Questa è l'esperienza offerta da Aliens: Fireteam Elite, e sebbene, in pochi istanti, tenti di evocare l'atmosfera iconica low-fi del franchise e lo faccia anche bene, passerai, a grandi linee, la maggior parte del tuo tempo a sparare a orde su orde di Xeno.

A livello strutturale, assomiglia ad altri giochi cooperativi degli ultimi tempi, con una base prestabilita di operazioni che offre una leggera personalizzazione del tuo personaggio, delle tue abilità e del tuo ruolo. Da qui, parti per missioni, confezionate in campagne separate ciascuna composta da alcune missioni che mettono insieme una narrativa. Puoi passeggiare liberamente nel suo spazio fisico limitato, ma è principalmente una lobby, che ti consente di invitare altri giocatori a formare il tuo plotone di esecuzione composto da tre uomini.

E prima di raggiungere il ponte della raffineria di Katanga, parliamo delle classi. Ce ne sono quattro attualmente disponibili in Aliens: Fireteam Elite, Gunner, Demolisher, Technician e Doc, ognuno ha due abilità distinte e metterle insieme per creare esplosioni, colli di bottiglia, maggiore capacità di fuoco o supporto, è fondamentale. Troppi giochi cooperativi hanno sistemi di classi così fluidi, che ogni giocatore può essenzialmente eseguire tutti i compiti con una certa soddisfazione; insomma, è un sollievo vedere implementato qui un sistema basato su classi adeguato.

Inoltre, non rimarrai senza cose da modificare in fretta. Esistono quattro tipi di armi, composti da diversi modelli ciascuno, e questi possono essere ulteriormente personalizzati con accessori, carte sfida e persino skin per armi, skin che non possono essere acquistate tramite microtransazioni, intendiamoci, perché il gioco non ne ha.

Aliens: Fireteam EliteAliens: Fireteam EliteAliens: Fireteam Elite

Quindi eccoci qua, la tua squadra di tre uomini, che esplora il Katanga oltre 20 anni dopo gli eventi di Aliens di James Cameron e, come detto sopra, diventa rapidamente immediato e naturale sparare a qualsiasi cosa si muova, rimuovendo gran parte della paura intrinseca che persino i marines provavano quando esploravano LV-426. Mentre carne da macello si precipita addosso a te da ogni direzione, puoi usare le tue abilità basate sulla classe, come Overclock, Micro Rockets o persino una fidata Torretta, che conferiscono a ogni situazione un tocco in più. C'è un sistema di copertura che ha poco senso, visto che il 95% dei nemici si precipita sempre verso di te nel raggio di mischia, e ovviamente ci sono anche classi all'interno dell'orda Xeno.

Lo Spitter ti lancia l'acido, il Drone appare dal nulla, prende una parte della tua salute solo per nascondersi nelle prese d'aria e il Prowler è furtivo, preferendo attacchi da dietro. Ce ne sono molti altri, ovviamente, e ognuno richiede una particolare comprensione tattica. In particolare, il Guerriero emette un po' del terrore di cui ho parlato prima, visto che sta sulle zampe posteriori e all'inizio sembra quasi indistruttibile, offrendo momenti di vero orrore. Ma questi momenti sono sia pochi che distanti tra loro, e anche loro perdono rapidamente il loro vantaggio.

Vedi, Aliens: Fireteam Elite non offre molto in termini di versatilità e ti mostra l'intera collezione degli strumenti entro le prime due missioni. Aspettare un ascensore per evacuare te e la tua squadra, accendere un generatore gradualmente, riavviare o spegnere i macchinari per consentire il progresso verso l'interno, è tutto familiare e non ha mai una dimensione narrativa adeguata. È pensato per la rigiocabilità, questo è certo, quindi sembra che Cold Iron si sia limitato a obiettivi davvero noiosi, che raramente vanno oltre "vai in questa parte della stazione" o "difendi questa posizione". Sei lì nel Katanga per investigare, ma non c'è molto da fare per indagare, sei più un glorificato sterminatore, che elimina percentuale dopo percentuale, senza mai davvero qualcosa di veramente sinistro.

Aliens: Fireteam Elite

È anche un po' goffo da controllare e manca della fisicità di alcuni dei migliori giochi con gli zombi, come Left 4 Dead 2, da cui sembra trarre ispirazione. Ci possono essere momenti in cooperativa in cui lasci che il tuo fucile a impulsi si spezzi e stai accanto ai tuoi compagni di squadra in soggezione delle tue capacità distruttive. Ma la maggior parte delle volte, gli Xeno ti si precipiteranno addosso così velocemente, che anche un accenno di prima linea viene cancellato in pochi secondi, e passerai il tempo rimanente a correre come polli senza testa, schivando i colpi fisici da onde su onde di Xeno.

È un peccato, perché Cold Iron ha, in senso visivo e sonoro, realizzato qualcosa di piuttosto prelibato. Certo, Aliens: Fireteam Elite non è particolarmente next-gen, ma c'è un'atmosfera densa, e anche se Katanga non offre molto in termini di varietà visiva adeguata, ci sono modi intelligenti in cui lo studio cambia le cose, come un'illuminazione rossa di un allarme che appare lungo la stazione, imprimendo un nuovo livello sullo sfondo altrimenti grigio. Anche la musica è francamente fantastica, echeggia sia l'originale Alien che Aliens, e lo fa estremamente bene. Combina tutto con il sound design che ami di quei film, come l'impulso elettrico dei fucili e l'iconico computer della vecchia scuola che fa bip e boop, e avrai un comparto sonoro degno di nota.

Con la promessa di stagioni gratuite in arrivo, oltre a un aggiornamento gratuito di nuova generazione, potrebbe attendere una buona e lunga vita ad Aliens: Fireteam Elite. È chiaro che il team di Cold Iron ama davvero gli alieni, quindi forse cambierà nel tempo. Ma per ora, la parte reale del gioco è semplicemente troppo ripetitiva e manca di qualsiasi tipo di tensione a causa del fatto che il gioco semplicemente non sa come intrattenere il giocatore, a parte solo lanciare più Xeno su di te.

E con giochi come GTFO, sappiamo che è possibile progettare sparatutto cooperativi che mantengono la tensione e la paura, mentre ti muovi in aree piene di nemici, che ti toglieranno la testa se non sei nel calendario e perfettamente in -sync. Non è quello che è Aliens: Fireteam Elite, ma ci sono momenti di brillantezza che ti fanno davvero desiderare che lo fosse.

HQ
Aliens: Fireteam EliteAliens: Fireteam Elite
06 Gamereactor Italia
6 / 10
+
Il sistema di classi è ben implementato ed equilibrato. Ottima atmosfera. Molta personalizzazione.
-
Natura ripetitiva. Controlli goffi. L'orrore tipico dello Xenomorfo e dell'iconico franchise non è molto presente.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

2
Aliens: Fireteam Elite - Provato

Aliens: Fireteam Elite - Provato

PREVIEW. Scritto da Ben Lyons

Abbatti orde di feroci xenomorfi nei panni di un Colonial Marine nella versione di Cold Iron Studios dell'iconico franchise horror.



Caricamento del prossimo contenuto