Italiano
Gamereactor
preview
Age of Empires IV

Age of Empires IV - Prime impressioni

Abbiamo dato un'occhiata più da vicino al tanto atteso sequel.

Sappiamo da tempo che la serie Age of Empires si prepara al lancio di un'iterazione completamente nuova. I vecchi giochi sono stati recentemente ripubblicati sotto forma di Definitive Edition, ma questo sarà il primo nuovo gioco di Age of Empires da quando Age of Empires III a essere pubblicato dal lontano 2005. In vista dell'evento in anteprima per i fan di Age of Empires di oggi, Microsoft mi ha invitato a partecipare a una sessione per saperne di più sul nuovo gioco della serie, attualmente in sviluppo da Relic Entertainment.

Il trailer di presentazione ha già dimostrato che Age of Empires IV (AoE IV) riporterà i giocatori nel Medioevo. Philippe Boule, Narrative Lead di Relic Entertainment, spiega che hanno scelto il Medioevo, perché offre "una ricchezza di civiltà" tra cui scegliere e che le persone oggi non hanno molta familiarità. Il game director Quinn Duffy ha poi aggiunto: "Age of Empires IV è il successore spirituale di Age of Empires II". Ma non sarà solo un remake, in quanto "sarà familiare ma anche inaspettato". Ne riparleremo più avanti.

In primo luogo, appare evidente che il team di Age of Empires IV sta ponendo molta enfasi sull'insegnamento ai giocatori delle varie parti storiche mentre giocano. Ho scoperto che ci saranno otto civiltà nel gioco e quattro campagne al momento del lancio, ognuna delle quali si concentrerà sull'ascesa di una civiltà specifica. Uno di questi riguarderà la conquista normanna dell'Inghilterra, iniziata con l'invasione di Guglielmo il Conquistatore e la battaglia di Hastings nel 1066. La campagna seguirà non solo William, ma la sua prole fino a quando fu firmata la Magna Carta nel 1215.

Adam Isgreen, direttore creativo del franchising, ha affermato che questo consente ai creatori di utilizzare il gioco per raccontare una sorta di "storia umanizzata". Ha anche detto che "durante la campagna, un narratore fornirà un contesto alla storia che stai per giocare". Inoltre, tra una missione e l'altra, vedrai brevi video di luoghi odierni con edifici e figure medievali aggiunte al loro interno. Ho visto frammenti di un video in-game con una storica città inglese e un castello arricchito con soldati medievali che passeggiavano. Gli sviluppatori hanno aggiunto che ci saranno "circa tre ore di filmati storici e documentari" all'interno del gioco. Niente male.

Con tutta la storia medievale a disposizione, ci sono molte possibili civiltà tra cui scegliere. Dall'evento in anteprima, ci saranno quattro civiltà in Age of Empires IV: gli inglesi, i mongoli, i cinesi e il sultanato di Delhi. Quest'ultimo non è stato presentato prima e presenta alcune splendide architetture dell'Asia meridionale e unità di elefanti dall'aspetto potente. Per quanto riguarda le scelte per le civiltà, Quin Duffy ha detto: "Abbiamo cercato di trovare civiltà che hanno lasciato un segno nella storia e che hanno resistito alla prova del tempo da allora fino ad oggi".

Questo ci porta alla parte "familiare ma inaspettata" che ho menzionato prima. Le civiltà saranno "molto più asimmetriche". Adam Isgreen ha spiegato: "la fazione inglese sarà molto simile ai britannici di Age of Empires II, ma con i mongoli stiamo spingendo i confini di ciò che Age of Empires ha fatto prima". Questi ultimi sono in grado di imballare e spostare i loro edifici, ad esempio, e avranno accesso a un recinto per pecore, il che significa che non dipendono dal nutrirsi di bacche all'inizio. Ogni civiltà dovrà quindi anche dare priorità in modo diverso tra i quattro tipi di risorse.

Age of Empires IV

Ciò che rimarrà familiare, tuttavia, è il miix tra unità generiche e un numero di unità e tecnologie uniche. Sembra che le unità generiche abbiano una skin specifica per civiltà questa volta. I lancieri mongoli indossano la loro caratteristica armatura lamellare, mentre i lancieri del Sultanato di Delhi indossano turbanti, ad esempio. Rimarrà lo stesso anche il classico "triangolo" tra picchieri, cavalleria e arcieri che si contrappongono.

Ci sono anche le varie epoche dai giochi precedenti, a partire dall'età oscura fino all'età imperiale. Funzioneranno come in Age of Empires III. Ogni avanzamento di età ti costringe a scegliere un percorso di specializzazione chiamato "punti di riferimento". Non sono sicuro di come sarà in Age of Empires IV, ma immagino che tu scelga alcuni vantaggi economici o un percorso di specializzazione militare che potrebbe darti un vantaggio sui tuoi avversari.

Un nuovo elemento di gameplay che è stato presentato è una nuova meccanica dell'imboscata. A parte la menzione della sua esistenza, non ci è stato rivelato molto altro in futuro. Anche la guerra d'assedio è stata rielaborata. In Age of Empires IV, muri e cancelli possono essere presidiati per scoccare frecce. Inoltre, i muri possono essere montati dalle unità, il che significa che gli arcieri possono stare su di essi e abbattere per la prima volta. I nemici possono anche scalare i muri usando l'equipaggiamento d'assedio.

Una novità per la serie sono le unità di eroi che hanno "abilità speciali limitate" secondo Quinn Duffy. Ci sarà un'unità Mongol Khan, che può scoccare una freccia con fuochi d'artificio, potenziando altre unità. Non saranno "unità di terminazione", ma quelle che forniscono un piccolo buff durante il combattimento. Nelle campagne, le unità degli eroi saranno in primo piano. Il nuovo filmato di gameplay mostra anche alcuni poteri in uso, come un potere di conversione di massa in una struttura mongola. Non è chiaro se si tratti di un potere esclusivo della campagna o andrà a estendersi anche al multiplayer.

A proposito delle unità, lo stile visivo del gioco è molto più cartoonesco rispetto ai vecchi giochi. Il direttore artistico Zach Schläppi ha spiegato che lo stile meno realistico è una scelta che hanno fatto in modo voluto: "Il gioco deve essere facile da vedere e comprendere per il giocatore. È un equilibrio tra la storia, il gameplay e il DNA del franchise". Personalmente spero che non spingano troppo oltre gli elementi a fumetti in quanto potrebbero sminuire la sensazione di realismo storico per cui la serie è nota. Oltre a questo, il gioco sembra fluido, funzionando su un motore aggiornato che Relic ha già utilizzato per alcuni dei suoi giochi precedenti.

Infine, qualcosa che mi ha emozionato, a causa dell'immersione storica che fornisce, è che ciascuna delle civiltà avrà (di nuovo) le proprie provocazioni di unità storicamente corrette. Questa volta, cambieranno anche quando si avanza tra le diverse età. Gli sviluppatori hanno detto che "hanno avuto squadre in viaggio dalla Turchia alla Mongolia" in modo da registrare voci autentiche. Ogni civiltà presenterà anche la sua colonna sonora e la sua architettura uniche.

In conclusione, ci sarà molta storia in Age of Empires IV, con otto civiltà al momento del lancio e quattro campagne dettagliate che includono documentari. Familiare ma inaspettato sembra essere molto promettente dal punto di vista del gameplay. La mia unica preoccupazione finora è che lo stile visivo a fumetti potrebbe non piacere agli appassionati di storia (come me) tanto quanto quello realistico di Age of Empires II.

Age of Empires IVAge of Empires IV
Age of Empires IV

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.