Italiano
Gamereactor
preview
Age of Empires III: Definitive Edition

Age of Empires III: Definitive Edition - Provato

Abbiamo messo alla prova l'ultimo capitolo della trilogia, questa volta in versione definitiva.

Age of Empires III: Definitive Edition si apre con una nota. In esso, World's Edge affronta la rappresentazione di alcune culture nella prima iterazione dello stesso gioco, che è stato pubblicato nel lontano 2005. Continuando la tendenza stabilita dai suoi predecessori, Age of Empires III: Definitive Edition fa un significativo passo avanti nella storia e presenta unità più moderne rispetto ai primi due giochi, e c'è un focus particolare sull'era della colonizzazione, dove le superpotenze europee hanno usato i loro vantaggi tecnologici per sottomettere il popolo delle Americhe.

Le imprecisioni sono state corrette e, a quanto pare, World's Edge ha apportato le revisioni nel miglior modo possibile, consultando i discendenti delle persone coinvolte e assicurandosi di essere rispettosi e autentici. Entrando nel gioco la prima volta, mi sono chiesto in che modo sarebbe stato gestito, dato che certe azioni nei giochi bellicosi possono apparire leggermente fuori posto se il contesto non è stabilito con cura, e sono stato davvero contento nello scoprire che è stato affrontato nel modo giusto. AOE3 ha fatto una buona prima impressione.

Age of Empires III: Definitive Edition

Successivamente, una volta che sei nel gioco vero e proprio, diventa subito chiaro che questo è più o meno lo stesso gioco di un tempo. Solo con più storia, immagini restaurate con maggiore attenzione. Strategia in tempo reale più classica. Ho giocato l'inizio della campagna della storia Blood, Ice and Steel (è una delle tre campagne insieme ai capitoli DLC Fire and Shadow e The Asian Dynasties ), in cui mi sono cimentato con una battaglia storica nella città di Tangeri e ho armeggiato con le varie opzioni nella modalità schermaglia, che ti consente di prendere il controllo di una delle 16 civiltà del gioco e combattere un numero regolabile di avversari.

Portare tre titoli di Age of Empires aggiornati in rapida successione ha permesso a World's Edge di renderli coesi, e il miglioramento grafico di qualità che ha caratterizzato i primi due giochi è presente e spiegata anche qui. Sembra fantastico, non ci sono dubbi, e visto come una collezione è difficile non rimanere colpiti dalla qualità della presentazione generale. Il restauro di questi classici dell'Ensemble sembra essere stato fatto con la massima cura.

In termini di gameplay, la cosa che mi ha colpito è stato quanto ci si sia impegnato in tutto, e penso che non ti approccerai a questo gioco da nabbo totale, ma presumo che avrai combattuto nei primi due giochi e arriverai consapevole delle sue dinamiche. Accadono molte cose in-game e mi ci è voluto un po' per orientarmi, anche se il perfezionamento della creazione del tuo mondo resta ancora una volta al centro delle cose; inoltre comandare le tue unità e gestire la tua economia è abbastanza intuitivo. Nella campagna principale ci sono obiettivi che aiutano a focalizzare il tuo gioco, ma il cuore dell'esperienza è sviluppare un'infrastruttura ben bilanciata e quindi utilizzare le tue risorse per guidare l'espansione militare.

Age of Empires III: Definitive Edition

Age of Empires III: Definitive Edition ti offre una città al di fuori del gioco principale che puoi aggiornare nel tempo, anche se la sua implementazione sembra un po' arcaica ed è la parte più "del suo tempo" del pacchetto. Non importa, però, perché la vera ciccia dell'esperienza sono i molti scenari del gioco e ciò che accade durante la partita. Durante una partita tipica, avanzi nel corso dei secoli e così facendo si sbloccano naturalmente alcuni vantaggi. Le cose iniziano durante l'era delle scoperte e finiscono con l'era industriale, e lungo il percorso devi aggiornare i tuoi edifici, costruire le tue forze e gestirle con attenzione durante gli scontri di combattimento.

In questo senso, Age of Empires III: Definitive Edition non si allontana molto dalla sceneggiatura ed è molto in linea con ciò che abbiamo visto nei primi due giochi. Proprio come le altre edizioni definitive, questo aggiornamento viene accompagnato da una grafica 4K aggiornata (che è molto bella da vedere e meravigliosamente dettagliata) e una colonna sonora rimasterizzata. Ci sono anche alcune cose nuove che vale la pena menzionare, come l'aggiunta delle suddette battaglie storiche e alcune missioni sfida cui vale la pena prendere parte in quanto ti ricorderanno i vari fondamenti del gameplay che dovrai imparare ad usare e padroneggiare. Inoltre, sono state aggiunte due nuove fazioni (gli svedesi e gli inca), per un totale di 16.

Non ho provato la componente multiplayer perché non sono un masochista e giocare ai giochi RTS online non finisce mai bene per me; tuttavia, mi sono divertito con la parte single-player del gioco. L'uscita finale è prevista per il 15 ottobre, quindi resta sintonizzato per una nostra recensione dettagliata di Age of Empires III: Definitive Edition. La mia prima impressione, tuttavia, è che sarà una bella conclusione per una serie strategica accuratamente restaurata.

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.