Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
articoli

3DS StreetPass: funziona?

Sono passati cinque mesi dal lancio di Nintendo 3DS, e Gamereactor ha avuto l'opportunità di testare a lungo la funzione StreetPass in diverse città europee. Funziona davvero?

Il sistema StreetPass, annunciato in pompa magna da Nintendo come una delle feature più interessanti presenti su Nintendo 3DS, ha i suoi pro e i suoi contro. Sulla carta l'idea è buona: consentire ai giocatori di tutto il mondo di scambiarsi dati e informazioni semplicemente incrociandosi per strada e, al contempo, incentivando gli utenti a portare sempre con sé la console.

Dall'altro lato, però, il successo del sistema è direttamente proporzionale alla quantità di persone che ne fanno un uso effettivo e, conseguentemente, alla densità di popolazione dei luoghi visitati. Le redazioni di Gamereactor hanno avuto modo di testare la funzionalità in diverse città europee. Ecco che cosa è emerso.

3DS StreetPass: funziona?

Italia

Gamereactor ha sede in Lombardia, una delle regioni più popolose d'Italia con capoluogo Milano, la seconda città italiana per numero di abitanti. Per oltre tre mesi abbiamo portato con noi la console frequentando piazze, metropolitane, stazioni ferroviarie, aeroporti. Siamo stati in hotel, autogrill, università, scuole e parchi.

Il risultato è stato piuttosto deludente: cinque Mii individuati attraverso il servizio StreetPass, tra cui uno incrociato durante un viaggio in autostrada, in un'area di servizio collocata nel deserto più totale. Due Mii sono arrivati nella sempre affollatissima Piazza Duomo, un'altro in un liceo. L'ultimo in un'università, in occasione di un convegno dedicato ai videogames.

Nonostante un passaggio in tre diversi aeroporti internazionali, non abbiamo incrociato alcun amico straniero in possesso della console Nintendo 3DS. La scarsa durata della batteria della console, probabilmente, ha mietuto le sue vittime durante i lunghi viaggi internazionali.

L'opinione: Lorenzo Mosna, caporedattore Gamereactor Italia

In Italia il sistema non sembra avere preso piede in maniera incisiva. Milano è notoriamente una città tecnologica, mitteleuropea e universitaria. Ciononostante, i risultati sono stati piuttosto deludenti. Ho volutamente evitato di portare con me la console negli eventi dedicati all'industria, al fine di non falsare i risultati.

La più grande sorpresa è stato il Mii intercettato in autogrill, durante una sosta in un luogo la cui popolazione non supera i 2.000 abitanti. Al contrario, sono stato in un villaggio turistico frequentato principalmente da ragazzini: ho portato la console ai buffet della cena e nelle aree più frequentate del posto, senza incrociare un singolo amico virtuale.

La mia sensazione è che molte persone ignorino semplicemente la possibilità di usare il sistema StreetPass. La scarsa durata della batteria, inoltre, invoglia a spegnere la console piuttosto che a lasciarla in stand-by nei momenti di non utilizzo.

Regno Unito

Gamereactor è attivo a Londra, capitale britannica nonché città più popolosa dell'Unione Europea. La città ha una densità di popolazione che sfiora i 5.000 abitanti per chilometro quadrato. I risultati ci sono stati, sebbene non così elevati date le dimensioni della capitale.

Oxford Circus ha fornito quattro Mii in totale, di cui due appartenenti a due commessi di un negozio GAME intenti a promuovere il lancio di Ocarina of Time 3D. Uno dei Mii individuati indicava come provenienza l'Italia, presumibilmente appartenente a una folla di ragazzini in gita scolastica che hanno quasi travolto il nostro Gillen McAllister.

L'evento Summer of Sonic, frequentato principalmente da giocatori incalliti, ha aggiunto alla console ben 21 nuovi Mii, tra cui quello di Takashi Izuka in persona. A Southbank sono giunti 12 nuovi amici con cui scambiarsi pezzi di puzzle, tra i quali un collega giornalista incrociato fortuitamente in una stazione della metropolitana.

L'opinione: Gillen McAllister, caporedattore Gamereactor UK
Benché i numeri non siano stati eccezionali (i miei primi due viaggi mi hanno fatto passare attraverso due aree ad alta densità di giocatori) il mio scetticismo nei confronti della Piazza Mii è stato completamente spazzato via.

Non si può negare l'assuefante qualità del sistema, che mescola social network, oggetti collezionabili, mini giochi e nel complesso quando si apre la propria console si sente la stessa sensazione che si prova a Natale, quando si scartano i regali e si vuole scoprire cosa ci sia dentro.

L'attenzione del pubblico nei confronti del servizio dipende da quanto Nintendo riuscirà a mantenerla attiva con aggiornamenti futuri: buttateci dentro nuovi mini giochi, nuovi oggetti collezionabili ogni due mesi e il nostro Nintendo 3DS diventerà indispensabile tanto quanto il nostro iPod.

3DS StreetPass: funziona?

Danimarca

La sede centrale di Gamereactor si trova a pochi chilometri da Copenhagen, capitale della Danimarca. La nostra console ha visitato l'enorme Field's Mall, passando poi per due centri commerciali situati a Kilding e Esbjerg.

Proprio queste due ultime location sono state teatro dell'incontro della maggior parte dei Mii. Qualcuno in meno è stato invece incrociato al di fuori del paese, durante un viaggio all'aeroporto di Heathrow, a Londra. Il sistema SpotPass, invece, non ha funzionato: fino ad ora la nostra console non ha ricevuto alcun aggiornamento.

Germania

Anche in questo caso, la sede tedesca di Gamereactor è situata nella capita della nazione. Berlino è la seconda città dell'Unione Europea per numero di abitanti, con una densità di popolazione fra le più alte d'Europa. La nostra console, però, ha viaggiato anche ad Amburgo, Hameln, Vienna e Dubai, passando per stazioni ferroviarie, della metropolitana, aeroporti e una manifestazione con oltre 10.000 persone presenti.

Il maggior numero di Mii è stato ottenuto durante un evento dedicato ai videogiochi, a Dubai, mentre i risultati al di fuori dell'industria sono stati estremamente bassi: solo tre Mii, ricevuti per caso. SpotPass è servito ad ottenere aggiornamenti per Dead or Alive e un aggiornamento per Street Fighter.

Una seconda console ha frequentato Alexanderplatz, centri commerciali berlinesi e svariati parchi. Questa console ha ricevuto oltre 30 Mii, per la maggior parte ricevuti da persone completamente sconosciute, incrociate casualmente per strada durante alcuni giri in bicicletta.

L'opnione: Christian Gaca, caporedattore Gamereactor Germania

Molta meno attività al lancio rispetto a quanto pensassi, tenendo anche in considerazione che spesso frequento la parte di Berlino con il più alto tasso di iPhone in Germania.

3DS StreetPass: funziona?

L'opinione: Martin Eiser, redattore Gamereactor Germania

Credo che il problema principale sia dato dalla durata della batteria. Durante un viaggio per conto di Ubisoft, a Parigi, la mia batteria si è esaurita e non me ne sono accorto. Dunque non posso sapere se, in quell'occasione, ho incontrato qualcuno dato che se la batteria si scarica le persone incrociate non vengono salvate. Credo che la gente si chieda: perché portare con me il 3DS se la batteria si scarica così velocemente?

A parte questo problema, il sistema mi piace. Mi è piaciuto sin dall'inizio, sin da quando ho tenuto in mano la console per la prima volta, e lo uso ancora. Raccogliere oggetti collezionabili è sempre carino, e speriamo che Nintendo estenda la cosa ad altri giochi in futuro. E spero tanto che Nintendo trovi alcune soluzioni per comunicare meglio con gli amici. Al momento la mia lista degli amici è totalmente inutile.

Finlandia

La Finlandia è un territorio con una scarsa densità abitativa. La nostra prova, tuttavia, si è svolta a Helsinki dove risiede oltre mezzo milione di abitanti. In Finlandia, inoltre, i dispositivi portatili non sono così diffusi come in altre parti del mondo.

Ciononostante, la console ottiene mediamente un paio di incontri al giorno, se trascorso interamente nel centro della città. In totale abbiamo ottenuto circa 25 Mii, anche se la maggior parte di essi sono arrivati in occasione di eventi dedicati ai videogiochi in cui partecipavano numerosi giornalisti dotati di 3DS.

L'opinione: Arrtu Rajala, caporedattore Gamereactor Finlandia

Concordo con Martin sulla durata della batteria. Il problema è che la batteria si scarica senza dare alcun avviso, e non posso certo perdere tempo a ricaricarla ogni volta che trovo una presa elettrica. A parte questo, il sistema mi piace. Ricevo una buona quantità di cose da fare e i nuovi contenuti in Dead or Alive: Dimensions e Street Fighter sono davvero interessanti. Spero solo che Nintendo continui ad aggiornare il servizio. Non credo che le immagini in 3D, i Pokemon e le quest dei Mii mi intratterranno ancora per molto.

Spagna

Anche in questo caso ci troviamo nella capitale, Madrid, città ad altissima densità di popolazione con uno dei centri più grandi d'Europa. Abbiamo visitato stazioni, metropolitana e centro storico della città.
Il sistema ha raccolto quattro Mii anonimi più una trentina giunti durante eventi dedicati ai videogame. Il sistema StreetPass si è dimostrato solido e sorprendentemente veloce. Lo SpotPass ha fornito aggiornamenti regolari per Samurai Warriors, per il Pokédex e Dead or Alive.

L'opinione: David Caballero, caporedattore Gamereactor Spagna

È una funzione straordinaria: un giorno ho passato tutto un viaggio in treno di 45 minuti con i mini giochi, i puzzle e le nuove sfide per Street Fighter e Ridge Racer. Mi sono divertito molto e tutto sembrava piuttosto diverso rispetto ai normali giochi. Collezionare gli oggetti è molto divertente.

Ma il sistema va perfezionato. Per esempio, molta gente non conosce questa funzione e non pone il suo sistema in modalità standby, probabilmente per problemi legati alla batteria. Anche se in standby la batteria dura un paio di giorni.

3DS StreetPass: funziona?

Norvegia

Oslo è la città più popolosa della Norvegia, con 600.000 abitanti e una densità significativamente alta nella sua area urbana. Il nostro piccolo amico tridimensionale ha percorso in lungo e in largo Karl Johan, la via principale dello shopping e dei caffè della capitale. Abbiamo visitato due Gamestop e attraversato la zona della Stazione Centrale. Abbiamo inoltre visitato i centri commerciali più importanti del centro di Oslo.
Risultato: non ha funzionato. Inaspettatamente, non abbiamo incontrato nessun nuovo Mii.

L'opinione: Daniel Guanio, redattore Gamereactor Norvegia
Triste, non è vero?

Credo che molta gente che ha comprato il 3DS non abbia davvero compreso cosa sia il sistema Steet Pass, o forse non ne hanno sentito parlare. Nintendo non ha svolto importanti comunicazioni a favore di questo servizio e, inoltre, non riesco ad immaginarmi uno solo dei miei amici intento ad usarlo.
Credo che se un prodotto del genere non ha subito successo, non lo avrà mai. Anche se ci sono grandi titoli che lo supportano.
Conclusione
"Alti e bassi" possono sintetizzare l'intero argomento. Gli "alti" si possono trovare nella solida struttura che Nintendo ha messo in piedi: quando il sistema funziona, funziona straordinariamente bene. I "bassi", dall'altro lato, dipendono dall'uso della tecnologia, che al momento sembra poco sfruttata dati gli scarsi risultati che abbiamo ottenuto in alcune delle più grandi città europee. Qualcuno potrebbe dare la colpa alla scarsa durata della batteria, che probabilmente rappresenta un difetto per alcuni, ma il problema principale risiede nello scarso numero di utenti che effettivamente fa uso del servizio durante le loro passeggiate.

La soluzione è nelle mani di Nintendo. Se saranno in grado di offrire un incentivo migliore nei confronti di chi fa uso del sistema Street Pass, qualcosa di più incisivo delle blande monete offerte al momento, molte più persone faranno probabilmente uso del servizio. In caso contrario, il sistema resterà un dominio di pochi. Fintantoché anche questi pochi non inizieranno a stufarsi.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità


Caricamento del prossimo contenuto